Pigliaru vince anche a Cagliari, Pd e Sel volano: Zedda non è in calo

Il risultato più significativo è quello del capoluogo, dove anche stavolta il centrodestra va incontro a una clamorosa sconfitta


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Francesco Pigliaru vince anche a Cagliari, smentendo chi giurava che tre anni di amministrazione targata Zedda avrebbero portato il centrodestra al sorpasso. 44,1 per cento di Pigliaru, 37,44 per cento di Cappellacci: i dati non si discostano dalla media regionale, ma tre anni dopo Cagliari si dimostra ancora una roccaforte di centrosinistra dopo 20 anni di governo degli avversari. Michela Murgia si attesta intorno all’11 per cento, Mauro Pili al 5,4.  Si tratta di elezioni diverse da quelle comunali, ma sipuò comunque dire con certezza che la città non ha affatto bocciato il sindaco Massimo Zedda. E che l’operato dell’opposizione di centrodestra non è stato sinora evidentemente efficace.  Il Pd è il primo partito col 22 per  cento seguito dal 21 di Forza Italia, mentre Sel si attesta in città all’8 per cento. Altro dato superiore alla media regionale, che dunque sembra premiare ulteriormente Zedda. Solo l’1,13 per cento per La Base, exploit dei Rossomori che sfondano il 4 per cento. Superando il Psd’az che si ferma al 3 per cento. Fratelli d’Italia ha ottenuto il 2,89 per cento. Il quarto partito è l’Udc col 5 per cento, al quinto i Riformatori.  Ma rispetto alle ultime elezioni comunali, il Pd guadagna 4 punti e Sel 1. 


In questo articolo: