La rivincita sovranista: Partito dei Sardi e Rossomori battono Psd’Az

Il partito di Paolo Maninchedda e quello di Gesuino Muledda arrivano a sfiorare in tandem il 6 per cento, i sardisti pagano cinque anni disastrosi nella giunta Cappellacci


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un vero e proprio exploit: il Partito dei Sardi e i Rossomori arrivano quasi a doppiare il Partito Sardo d’Azione. Su scala regionale il Partito dei Sardi va al 2,63 per cento ed è il terzo partito della coalizione. I Rossomori ottengono il 2,80 per cento mentre a Cagliari volano addirittura al 4 per cento. Gli storici 4 Mori invece, dopo mesi di confusione sulle allenze, pagano i cinque anni disastrosi dei Trasporti nella giunta Cappellacci e si fermano appena al 3,67 per cento. Nella giunta Pigliaru ci saranno probabilmente uno o due assessori del polo sovranista: il favorito sembra Paolo Maninchedda, fondatore insieme a Franciscu Sedda del Partito dei Sardi. Il sei per cento di Rossomori e Partuto dei Sardi risulta decisivo nella vittoria di Pigliaru.