Piccoli vandali al porto di Cagliari, Pisano a Radio Casteddu: “Si sballano, litigano e rompono tutto”

Luca Pisano, Direttore Master in Criminologia IFOS E Osservatorio Cybercrime Sardegna a Radio CASTEDDU: “Hanno tra i 13 e i 17 anni, alcuni sono di Cagliari e altri dell’hinterland; arrivano in bus oppure vengono anche accompagnati dai genitori in auto. Le istituzioni devono fare qualcosa per i giovani altrimenti la situazione potrebbe precipitare”

Luca Pisano, Direttore Master in Criminologia IFOS E Osservatorio Cybercrime Sardegna a Radio CASTEDDU: il video della rissa avvenuta a Is Mirrionis è finito su Telegram ed è già stato visualizzato 15 mila volte. “Non sono episodi sporadici ma avvengono costantemente da 5 anni”. Due episodi in pochi giorni tra i giovanissimi cagliaritani ma “questa moda non è mai passata, queste problematiche ci sono da diversi anni. Questi ragazzi hanno tra i 13 e i 17 anni  alcuni sono di Cagliari e altri dell’hinterland; arrivano in bus oppure vengono anche accompagnati dai genitori in auto. Queste cose le so perché io il sabato lo trascorro al porto per osservare le dinamiche di questi ragazzi, è da mesi che lo faccio: arrivano con buste di plastica in cui all’interno hanno bottiglie di vodka con succo di frutta e bicchieri di plastica, è un vero e proprio kit che secondo la nostra rete di genitori digitali è preparato da qualcuno della zona. Un preparato per sballarsi, insomma, arrivano organizzarti, si assembrano sotto i portici della stazione marittima senza mascherina soprattutto il venerdì e il sabato e urlano, si spingono, si dicono parolacce, bestemmiano intanto che bevono.
Le ragazzine sostengono questo  tipo di socializzazione, a mio giudizio poco evoluta, arrivano sino ad una piccola rissa tra di loro, si buttano anche in terra e sono comportamenti tipici dei bambini manifestati però da adolescenti intossicati da alcol e droga.
È una situazione che non credo che i genitori conoscano, non sanno quello che i ragazzini fanno.
Esistono centinaia  di filmati e finalmente l’autorità portuale ha preso posizione perché non è la prima volta che si picchiano al porto.
Le forze dell’ordine non intervengono prima di 45 minuti: anche poco tempo fa è accaduto un fatto molto grave, proprio di fronte alla caserma dei Vigili del Fuoco: 50 ragazzini contro uno, che è rimasto a terra ferito.
Soprattutto il sabato, non mancano episodi di danneggiamento, entrano dentro le barche dei privati, spesso e volentieri, sotto effetto di droga e alcol con il rischio di cadere in acqua.
Le istituzioni devono fare qualcosa per i giovani altrimenti la situazione potrebbe precipitare. Serve un progetto per i ragazzini, non solo di Cagliari ma di tutto l’hinterland,  da parte della città metropolitana, si vuole far passare che è un fenomeno occasionale ma non è così”.
Risentite qui l’intervista a Luca Pisano del direttore Jacopo Norfo
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: