Parco della Musica a metà, tempi incerti sui lavori. “Spettano al teatro Lirico”

Metà della struttura, quella che confina con il Conservatorio, in balìa del degrado. Zero eventi dopo sei anni e mezzo dall’inaugurazione. Dal Comune: “Interventi importanti in arrivo, ci sono i soldi della Regione”

di Paolo Rapeanu
Metà della struttura, quella che confina con il Conservatorio, in balìa del degrado. Zero eventi dopo sei anni e mezzo dall’inaugurazione. Dal Comune: “Interventi importanti in arrivo, ci sono i soldi della Regione”
I soldi – 4,7 milioni usciti dalle casse della Regione – dovrebbero essere già nelle casse del teatro Lirico. Sono fondi utili a dar gambe a tutti i progetti mai partiti nella porzione del Parco della Musica incastonata tra teatro Lirico e Conservatorio. Con l’aggravante del vandalismo: in una porzione nella quale il primo evento deve ancora essere imbastito, i danni non si contano. Cultura: è questa la “voce” principale sotto la quale si dovranno racchiudere, in un futuro indefinito, le attività.
“Il Comune non è il soggetto attuatore dei lavori, le opere devono essere programmate dal teatro Lirico”, così l’assessore comunale alla Cultura, Paolo Frau. “Mi sembra di capire che ci siano già interventi in corso, l’augurio è di vedere risultati in tempi ragionevoli”. Quali? Su tutti “il completamento del teatrino piccolo da circa trecento posti, l’allestimento della grande piazza e anche la sala del Conservatorio”. Una volta realizzati (ma sul calendario non è ancora cerchiata una data che sia una, ndr) “sarà possibile avere un’offerta culturale maggiore per tutta la città”, osserva sicuro Frau