Non si fermano gli sbarchi nel sud Sardegna: intercettati altri 56 migranti

Dopo i 19 di ieri, la guardia di finanza è intervenuta nuovamente al largo di Sant’Antioco. La situazione nel centro accoglienza di Monastir inizia a farsi difficile.

Le condizioni ideali di tempo e mare continuano a spingere migranti sulle coste della Sardegna. Dopo i 19 di ieri, i primi 15 bloccati a Teulada mentre si allontanavano a piedi e altri 4 poche ore dopo nella stessa zona, ieri sera le motovedette del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza ha intercettato tre barchini con a bordo complessivamente 56 persone, tra le quali 7 donne e 5 minori. I primi due barchini, a bordo c’erano 41 persone raggiunte con un’imbarcazione della finanza in mare, sono stati   scortati fino a Sant’Antioco. Poche ore dopo nella stessa zona è stato rintracciato un altro barchino che trasportava 15 persone. Tutti i migranti sono stati affidati a carabinieri e polizia che li hanno trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir dove la situazione, fra caldo e sovraffollamento, inizia a farsi critica.

Foto d’archivio


In questo articolo: