Mulinu Becciu, riapre l’asilo dei bambini: era abbandonato da anni

Decisiva la denuncia del giornalista Alessandro Congia su Casteddu Online: l’asilo nido di via Pier della Francesca è stato risistemato, in una vicenda a lieto fine

Chiuso ed abbandonato da qualche anno, lasciato alla mercé di chiunque, soprattutto dei vandali che stavano devastando già gran parte di arredi, rubinetterie, apparecchiature elettriche e non solo, ma ora finalmente, dopo il reportage-denuncia (con tanto di video girato dai giornalisti Alessandro Congia e Antonio Lai reso in esclusiva per Castedduonline.it), l’asilo nido di via Pier della Francesca a Mulinu Becciu riaprirà nuovamente i battenti.

La notizia nel quartiere ha destato subito stupore ma anche palese soddisfazione per una vicenda che si trascinava da diverso tempo. L’edificio, era stato inizialmente chiuso pare per dei cedimenti strutturali interni (in seguito risanati), ma per varie lungaggini burocratiche lo stabile è rimasto off-limits per i bambini, maestre e collaboratori scolastici, trasferiti provvisoriamente nel plesso di via Premuda. Da quel momento in poi, all’interno della scuola dell’infanzia, (un tempo appunto agibile e operativa), le scorribande di degrado ed abbandono, aggravata dall’opera di teppisti (facilitata dall’assenza di Allarme ed Impianto Anti-Intrusione), hanno creato non pochi problemi: tra questi, la conta dei danni superava decine di migliaia di euro, con arredi letteralmente smontati, porte, armadi, apparecchiature elettriche e idranti distrutti o rubati. Non solo, ciò che ha fatto destare non poche perplessità, è stato il ritrovamento di alcuni cartoni con dentro corrispondenza privata, bilanci di spese dell’istituto scolastico comunale, curriculum, registri di acquisto carico e scarico dei cibi, senza dimenticare anche decine e decine di cartelle personali degli alunni.

 

UNA VICENDA A LIETO FINE. Tra qualche settimana però si volta completamente pagina: il Comune di Cagliari ha infatti accelerato a tempi di record la riapertura: dopo il blitz avvenuto a metà marzo dei due cronisti, ieri pomeriggio (dinnanzi agli operai dell’Impresa Pani di Quartu S.Elena), sono arrivate anche le rassicurazioni da parte del responsabile della ditta a cui il Comune ha affidato i lavori di ripristino e di straordinaria manutenzione dell’asilo: «Abbiamo provveduto a risistemare l’intero impianto elettrico, idraulico e l’impianto d’allarme – evidenzia un responsabile dell’Impresa Pani – qui i vandali hanno fatto disastri. Poi è stata ripristinata la copertura del solaio, ritinteggiate tutte le pareti, montati sanitari, porte e serrature completamente nuove e naturalmente – ha fatto notare il responsabile – l’allarme della scuola è collegato alle forze dell’ordine e ad un istituto di Vigilanza, per evitare che i ladri e i vandali possano nuovamente distruggere tutto. Ancora pochi giorni – conclude – consegneremo l’edificio all’impresa di pulizia ed il Comune disporrà nuovamente l’asilo nuovo di zecca, mentre il giardino esterno sarà completamente ripulito e reso fruibile per i bambini grazie agli interventi di manutenzione dei lavoratori socialmente utili».

Per i genitori dei bambini e non solo, una manna dal cielo insomma, ma per i cittadini stessi una bella notizia considerando che per anni l’asilo era diventato a tutti gli effetti “terra di nessuno”. Foto-servizio del giornalista/fotografo Alessandro Congia in esclusiva per preprod.castedduonline.localmente.it.

In basso, il video-reportage di Marzo 2015.


In questo articolo: