Mercato, la Polizia multa gli arrostitori: litigio col sindaco Zedda

Oggi Polizia e carabinieri in forze per multare un arrostitore al mercato. Arriva il sindaco Zedda e viene attaccato dagli operatori ittici

La polizia municipale multa gli operatori ittici del mercato di san Benedetto: non possono arrostire in strada. Arriva il sindaco Massimo Zedda e scoppia il litigio con i venditori del pesce. Ora infatti arrivano le sanzioni: si può vendere per strada, in condizioni igieniche sicuramente precarie, ma è vietato arrostire e fare insomma “folklore”. Polizia municipale e carabinieri hanno effettuato un blitz con molti uomini, per multare un pescivendolo che arrostiva per strada. Da lì le critiche e le richieste di spiegazioni con il sindaco Massimo Zedda: “Dentro di solito facciamo arrosto e fritto, è più inquinante il fumo all’interno che all’esterno. Perchè venite a multarci?”. Il sindaco ha ribadito che all’esterno non è possibile arrostire, Ma di fatto si verifica un paradosso: il Comune multa gli operatori rimasti senza i box, a causa del secondo crollo in due anni. 

Intanto ecco le nuove regole. A seguito della recente improvvisa chiusura del piano terra del Mercato di San Benedetto, l’Amministrazione Comunale di Cagliari ha adibito alla vendita un’area esterna, individuata nei parcheggi di Via Pacinotti, da destinarsi alla vendita dei prodotti ittici e degli altri prodotti del reparto piccola dipendenza.

Gli operatori interessati ad allestire un banco provvisorio, dovranno preavvisare la Direzione Mercati con comunicazione scritta da far pervenire personalmente, presso gli Uffici della Direzione in Via Cocco Ortu (negli orari di apertura al pubblico), oppure inviando una mail agli indirizzi: <a=”>[email protected] o<a=”>[email protected].

I banchi di vendita dovranno essere allestiti dagli Operatori sulla base di prescrizioni normative indicate nell’allegato alla circolare.

L’Amministrazione potrà detrarre dal canone, la somma massima di euro 100 IVA inclusa, agli Operatori che presenteranno la documentazione fiscale giustificativa dell’acquisto o noleggio.

L’area individuata, resterà a disposizione sino al termine dei lavori di messa in sicurezza del piano terra del Mercato.

Gli operatori concessionari di categorie merceologiche per le quali risulterebbe particolarmente oneroso l’allestimento di un banco temporanea, potranno utilizzare provvisoriamente i posteggi vacanti presenti negli altri Mecati Civici al Dettaglio, come già comunicato verbalmente nelle scorse giornate, dietro preventiva comunicazione alla Direzione.

A far data dal 24 agosto e sino all’ultimazione dei lavori, il canone dovuto dagli Operatori del piano terra verrà detratto dal canone del mese successivo.


In questo articolo: