Massidda: “Povera Pirri. Zedda per intervenire aspetta la tragedia?”

Polemiche roventi sull’alluvione di oggi anche sul fronte politico. Massidda: “Pirri paga il prezzo più alto per la mancata pianificazione, Possibile che basta un po’ di pioggia per mettere in difficoltà interi quartieri di Cagliari?”

Esplode la polemica sulla mini alluvione di oggi a Pirri. Dopo le proteste del bar Mariuccia, a prendere posizione sono anche molti politici. Tra questi l’ex presidente del porto, Piergiorgio Massidda: “Possibile che basta un po’ di pioggia per mettere in difficoltà interi quartieri di Cagliari. Per intervenire seriamente stiamo aspettando la tragedia? Povera Pirri ancora una volta paga il prezzo più alto per l’inadeguatezza della pianificazione”. Stefano Schirru, consigliere di Forza Italia, rincara la dose: “Ennesima alluvione senza alcuna allerta meteo. Le attività commerciali di Pirri ancora danneggiate da questa Amministrazione”. Non si è fatta attendere però neanche la replica dell’amministrazione comunale. Fabrizio Marcello, presidente della commissione Servizi Tecnologicio, replica: “Vedo che Massidda commenta sulle calamità naturali soprattutto come quella di oggi senza preavviso di criticità, mi meraviglia che in 20 anni di centro destra non solo non si è pianificato anzi si è fatto costruire sopra i fiumi, poco meno di un mese fa in consiglio comunale il centro destra non ha votato la perimetrazione dell’abitato di pirri per il rischio idrogeologico, lo ha votato solo la maggioranza e questo ci ha permesso di ottenere 29 milioni dal governo per far fronte a questo problema, infine a breve partono i collettori che da piazza italia si collegano al terramaini, a chi alimenta polemiche pretestuose diffronte al disagio degli abitanti di Pirri, Campeda, e altre zone a rischio la maggioranza risponde con i fatti e non alimentando paure”. (foto Claudia Peddis)


In questo articolo: