Lasciamoli vivere: l’ iniziativa della LAV anche a Cagliari

Un flash mob per sensibilizzare sul destino di agnelli e capretti in via Manno


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Una Pasqua sostenibile e cruelty free, senza la crudeltà della carne portata in tavola: è l’appello che la LAV rivolge a tutte le famiglie e ai fedeli, per risparmiare la vita dei circa 450.000 agnelli e capretti macellati ogni anno nel nostro Paese per questa ricorrenza religiosa che mentre celebra la risurrezione condanna a morte tanti animali per un consumo non necessario.

Più di 3 milioni di animali, tra ovini e caprini, vengono macellati ogni anno per finire sulle tavole degli italiani, con un’impennata proprio durante le festività pasquali e natalizie, quando si macellano il triplo degli animali macellati in altri periodi.
Gran parte degli agnelli e dei capretti arrivano dai Paesi dell’Est Europa in questi giorni. Ammassati sui camion, viaggiano su lunghissime tratte per giungere ai macelli di destinazione, dove, immobilizzati e appesi per una zampa, sentono le grida di terrori dei loro simili e percepiscono l’odore del sangue, prima di finire sgozzati. Ogni anno la scena si rinnova centinaia di migliaia di volte – con il suo finale tragico – in tantissimi luoghi d’Italia.
Il triste primato delle macellazioni di ovini e caprini spetta alla Sardegna e al Lazio, seguite, ma in percentuali minori, da Puglia, Campania e Toscana.
Per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli aspetti anacronistici, non sostenibili e crudeli di tante nostre tradizioni gastronomiche – come l’agnello a Pasqua – e per far riflettere sulle conseguenze delle nostre scelte abitudinarie a tavola, i volontari della LAV di Cagliari, assieme al Gruppo Antispecismo organizzano un: FLASH MOB sabato 12 alle 18 in Via Manno

La LAV propone su www.cambiamenu.it tanti piatti prelibati privi di ingredienti di origine animale e ovviamente un goloso Menu di Pasqua alternativo, per una Pasqua Buona davvero.