La sfida di Paolo Casu: stop a tutti i gettoni dei politici a Cagliari

Il candidato sindaco: “Per la prima volta la giunta comunale non sarà fatta da tecnici e politici ma da cittadini di ogni quartiere”

Stop alla politica del privilegio, del gettone, del vitalizio e dei furbetti. Ieri, il candidato Paolo Casu ha presentato ai suoi elettori i componenti della squadra della lista civica “Insieme Onestamente per Cagliari con Paolo Casu Sindaco”. Inoltre, sono stati esposti alcuni dei trenta punti del programma elettorale. “I cittadini, sono stanchi di sentire soltanto nomi di candidati e proclami futuristici, dove il “politico” non parte da una sfida morale e auto-critica verso un sistema da rinnovare e da riformare in primis proprio in senso etico e morale”, afferma Casu. ‘Insieme Onestamente per Cagliari’ vuole essere la rivoluzione di un modo di fare “la Politica” becero, vecchio e partitocratico. Il nostro programma sarà incentrato sulla città come la ‘Vera Casa dei Cittadini’. Per ogni punto indicato proporremmo soluzioni concrete e non il solito libro dei sogni. Dal primo giorno, e lo certificheremmo con un atto pubblico notarile firmato prima e non dopo le elezioni, dichiareremo di rinunciare alle indennità di sindaco, assessori, consigliere e quant’altro, oltre che le dimissioni preventive se ciò non si dovesse realizzare”.
La Giunta Comunale verrà scelta tra i cittadini di ogni singolo quartiere che non abbiano mai ricoperto in passato il ruolo di assessore comunale o regionale. “Inoltre- continua Casu- il risparmio delle indennità, confluirà nel fondo specifico di Bilancio, per finanziare nuovi posti di lavoro per concittadini disoccupati e per ridurre le tasse dei cagliaritani. Le nostre idee sono incentrate su lavoro, cultura, turismo e commercio, riattivazione di un sistema di rete, attraverso l’ausilio di giovani e del nostro immenso patrimonio comunale e Regionale degradato e inutilizzato, incentivando nuove attività settoriali di giovani, utilizzando l’enorme potenzialità offertaci dalla zona franca integrale, sino ad oggi nascosta e osteggiata dalla classe politica di ieri e di oggi, ma in pratica utilizzabile subito”.
Ancora, alcuni dei punti del programma vertono sull’ abolizione di tutte le indennità per creare occupazione e ridurre le tasse dei cagliaritani, sulla presentazione della propria giunta di volontari preparati e “competenti” prima e non dopo le elezioni con un “vero codice etico che lasci fuori mestieranti e pensionati della politica, occuparsi dei quartieri popolari con un piano che sveli anticipatamente come intervenire per esempio sul patrimonio immobiliare degli alloggi e degli edifici dell’amministrazione”, conclude Casu.


In questo articolo: