“La corsa alla solidarietà è più veloce del contagio”, a Carbonia si moltiplicano le donazioni di materiale protettivo per l’ospedale

Dall’igienizzante per mani, a mascherine e tute protettive: a Carbonia va in scena la grande solidarietà dei cittadini per il personale sanitario dell’ospedale Sirai

La corsa alla solidarietà è più veloce del contagio da Covid-19 a Carbonia. Si moltiplicano le donazioni di materiale protettivo e igienico per il personale sanitario dell’ospedale Sirai.

“La città  conferma la sua grande solidarietà e sensibilità in un periodo di forte emergenza sanitaria – scrivono dal Comune di Carbonia – . Si moltiplicano le iniziative benefiche portate avanti dal tessuto associazionistico, da aziende, rappresentanze sindacali e da comuni cittadini a favore del personale sanitario, che da diverse settimane è impegnato in trincea per far fronte nel miglior modo possibile – e spesso con mezzi e dotazioni esigue – a questa vera e propria epidemia da Covid-19”.

“L’Asd Team Spakkaruote ha donato al Presidio Ospedaliero Sirai due taniche da 5 litri di gel igienizzante per le mani;100 tute protettive sono state donate ieri mattina su meritoria iniziativa dell’imprenditore Luigi Bardi; un gruppo composto da 65 mamme residenti in vari paesi del Sulcis ha realizzato autonomamente circa 500 mascherine protettive donate ieri sera – tramite il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile – ai medici del nostro Ospedale; la rappresentanza sindacale unitaria dell’azienda RWM di Domusnovas si è messa in contatto con il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile per concordare le modalità e le tempistiche di consegna di 60 mascherine da distribuire alle Guardie Mediche che operano nel territorio comunale”.

Il Sindaco Paola Massidda, l’Amministrazione Comunale e il suo Centro Operativo di Protezione Civile ringraziano tutti i soggetti protagonisti di questa grande opera di solidarietà a supporto del nostro personale sanitari


In questo articolo: