La benzina sfonda quota 2 euro in Sardegna, è fra le 4 regioni più care. Il Codacons: “E’ un’emergenza”

L’associazione che tutela i diritti dei consumatori: “Non ci sono più scuse, il governo deve tagliare le accise. Nelle prossime settimane andrà sempre peggio”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

In Sardegna la benzina sfonda definitivamente quota 2 euro e l’isola si piazza fra le quattro regioni più care d’Italia. Tanto per cambiare, i sardi non solo sono penalizzati da trasporti inefficienti e spostamenti ben più difficili ma pagano più che nel resto del paese. Con Bolzano, Liguria e Basilicata, la Sardegna è la regione che salassa di più i suoi residenti, nel silenzio totale e tombale della politica a tutti i livelli. A segnalarlo è l’Unione Nazionale Consumatori sui dati medi regionali diffusi dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit).

Sulla galoppata dei prezzi ai distributori interviene anche il Codacons, che sollecita l’intervento urgente del governo: “Non c’è più tempo, bisogna tagliare immediatamente le accise. nelle prossime settimane andrà anche peggio”, sostiene l’associazione dei consumatori. Ma dal governo, nessuna intenzione dichiarata di intervenire.

 


In questo articolo: