Imprese giovanili, Cagliari è la maglia nera: seminario delle Acli

Un quadro grigio emerge dai numeri: si investe troppo poco sull’occupazione giovanile a Cagliari


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Le ACLI di Cagliari, al fine di stimolare tra i giovani disoccupati il ricorso all’auto-impiego, organizzano un seminario sulla “Creazione d’impresa” che si terrà giovedì 19 settembre 2013, dalle ore 17, nella sede provinciale di viale Marconi 4, a Cagliari.

Il corso sarà l’occasione per fornire ai partecipanti le informazioni necessarie all’apertura da zero di un’attività e al suo consolidamento nel tempo. Durante l’incontro sarà inoltre presentato il nuovo bando Smart&Start promosso dal ministero dello Sviluppo Economico proprio per stimolare la nascita di nuove imprese guidate dai più giovani.

Lo spunto del seminario organizzato dalle Acli è rappresentato dagli ultimi dati elaborati da Unioncamere che sul piano dell’imprenditorialità giovanile dipingono una Sardegna a due facce. Dalle statistiche (vedi relazione in allegato) emerge in particolare che l’Isola si dimostra vitale sul fronte delle start up innovative – sono 20 quelle in vita nella prima metà del 2013, ben al di sopra della media del Mezzogiorno – mentre fatica, e non poco, nel settore dell’artigianato, tanto che la Provincia di Cagliari,con una incidenza del 10,2% di imprese artigiane giovanili, è maglia nera in Italia.

Per il presidente delle Acli di Cagliari, Mauro Carta, “questi dati non possono che destare allarme: l’accesso al lavoro tramite le modalità di auto-impiego è infatti, e sarà sempre più, una forma rilevante di superamento delle barriere all’ingresso nel mondo del lavoro da parte dei giovani inoccupati. Bisogna dunque stimolare il ricorso a queste modalità per contribuire a ridurre la piaga della disoccupazione che sta affliggendo l’Isola”.


In questo articolo: