“Il Governo è recidivo: prima ha lasciato che il virus arrivasse in Sardegna, ora ci impedisce di rimediare”

“Il Governo è recidivo: prima ha lasciato che il virus arrivasse in Sardegna, dove praticamente era assente; ora per la seconda volta impedisce alla Regione di rimediare alle omissioni romane”. Così Ugo Cappellacci, deputato e coordinatore regionale di Forza Italia commenta la decisione del Governo di impugnare l’ordinanza emanata dal presidente della Regione

“Il Governo è recidivo: prima ha lasciato che il virus arrivasse in Sardegna, dove praticamente era assente; ora per la seconda volta impedisce alla Regione di rimediare alle omissioni romane”. Così Ugo Cappellacci, deputato e coordinatore regionale di Forza Italia commenta la decisione del Governo di impugnare l’ordinanza emanata dal presidente della Regione Sardegna che invita i passeggeri diretti nell’isola ad effettuare i tamponi. “Quando infuriava la pandemia il Governo non ha chiuso per tempo porti e aeroporti e poi, alla fine del lockdown hanno impedito alla Regione di introdurre controlli e ora, per la terza volta, nega una soluzione per limitare la diffusione dei contagi. Le gravissime responsabilità di Conte, Boccia e compagni non possono essere nascoste dalla grancassa della propaganda con cui hanno tentato di dipingere i sardi come untori. Sono loro invece gli untori della politica, con scelte autoritarie, sconclusionate e pericolose. Come mai ora tanta foga contro la Sardegna? Vietano a noi quello che consentono di fare a Zingaretti, calpestando la nostra Autonomia di Regione a Statuto Speciale. .E’ evidente che c’è un posizione strumentale. Farebbero meglio ad andare a cercare che fine hanno fatto le mascherine di Zingaretti e i banchi della Azzolina”

In questo articolo: