Il Comune di Cagliari partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio

I Musei Civici di Cagliari aderiscono al tema comune “Imparare per la vita” con due importanti iniziative dedicate all’accessibilità e all’inclusione.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2020 (GEP) promosse dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo con obiettivo di favorire il dialogo e lo scambio culturale tra le nazioni europee, i Musei Civici di Cagliari aderiscono al tema comune “Imparare per la vita” con due importanti iniziative dedicate all’accessibilità e all’inclusione.

Il giorno sabato 26 alle ore 11:00 e alle ore 17:00 sarà possibile prenotare una visita guidata dedicata ai non vedenti.

Il percorso prevede la possibilità di esplorare con le mani i bronzi della Collezione Ingrao, del Fondo Francesco Ciusa e della mostra temporanea “Back to the 80’s” . Guidati da uno storico dell’arte i partecipanti scopriranno i protagonisti, le tecniche, i soggetti e le caratteristiche delle produzioni scultoree dal XIX secolo ai giorni nostri.

Per poter partecipare è richiesta la prenotazione tramite il sito dei Musei Civici di Cagliari: https://sistemamuseale.museicivicicagliari.it/prenotazione-galleria-comunale/

nella sezione “Visita speciale – Giornate Europee del Patrimonio”

Per tutta la giornata di sabato 26 e domenica 27 si potrà accedere alla Galleria Comunale con il biglietto ridotto, mentre per i partecipanti alle visite guidate speciali, non vedenti e un loro accompagnatore, l’accesso sarà gratuito.

 

Domenica 27 alle ore 11:00 e alle ore 17:00 sarà possibile visitare virtualmente il Museo d’Arte Siamese “Stefano Cardu” sulla pagina Fb del Museo. Uno storico dell’arte accompagnerà i visitatori in diretta alla scoperta delle meravigliose opere racchiuse nelle vetrine, dalle porcellane alle tempere, dagli argenti agli avori, per concludere con le armi di varie tipologie e forme. Il tutto comodamente da casa!

Sarà sufficiente collegarsi sulla pagina Fb del Museo agli orari prestabiliti: https://www.facebook.com/museostefanocardu


In questo articolo: