Il cantautore Flavio Secchi canta Lucio Dalla

Mercoledi 12 agosto alle 20,30 al Sant’Andrea Beach

Sarà una serata all’insegna della musica di Lucio Dalla quella che mercoledi 12 agosto accompagnerà gli ospiti dell’Associazione Culturale Enogastronomica Sant’Andrea Beach in un viaggio nel mondo del compianto e indimenticato artista bolognese. Il palco sarà affidato per l’occasione al cantautore cagliaritano Flavio Secchi, che accompagnato da chitarra, loopstation e pedali ripercorrerà alcune delle pietre miliari dalliane che hanno tracciato un solco profondo nella storia della musica italiana. Immancabile, per l’occasione, un buffet a base dei piatti della tradizione dell’Emilia Romagna, terra d’origine di Lucio Dalla. Appuntamento, quindi, mercoledi 12 agosto alle 20:30 presso il giardino del Sant’Andrea Beach a due passi dal mare, in Via Mar Adriatico 32 (Quartu Sant’Elena – litoranea Cagliari – Villasimius). Prenotazione obbligatoria a causa dei limitati posti a sedere (Evento Facebook).

IL PROGETTO – “Lucio è il mio cantautore preferito, lo ascolto da quando sono nato”, queste le parole di Flavio Secchi. “Mi ha sempre colpito la sua incredibile capacità di raccontare storie tra il quotidiano e il surrealista, e di dar loro un suono con arrangiamenti geniali ed evocativi. Questo è il mio profondo ringraziamento a lui e a quanto mi ha ispirato come cantautore e come essere umano. Cantare i suoi capolavori è allo stesso tempo una sfida e un enorme e inesauribile piacere”.

L’ARTISTA – Flavio Secchi inizia lo studio della chitarra classica e jazz nel 1994 con i maestri Paolo Alfonsi e Gianluca Corona. Nel 2009 consegue il diploma accademico in chitarra jazz presso il Conservatorio di Musica G. P. Da Palestrina di Cagliari sotto la guida del maestro Massimo Ferra, con una tesi su Wes Montgomery. Nel 2010 frequenta il St.Louis College of Music di Roma e dal 2012 inizia lo studio della chitarra flamenca a Siviglia. Al suo attivo vanta seminari e masterclass con musicisti di calibro internazionale tra i quali Pat Metheny, Roscoe Mitchell, Dave Douglas, Butch Morris, Rafael Riqueni e Eddy Palermo. Dal 2010, parallelamente alla sua attività da strumentista, intraprende la strada del cantautorato mettendo a frutto le sue passioni poetiche, letterarie e musicali. Collabora con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia, con la cantante Francesca Corrias.
Nel 2013 prende vita il suo primo lavoro cantautorale, l’album Flavio Secchi & the Hall Kitchen, lavoro indipendente e autoprodotto con il quale ha partecipato all’Ichnusa Music Contest qualificandosi tra i primi 20 artisti su oltre 600 iscritti. Un suo brano è entrato, inoltre, in una delle compilation in allegato al quotidiano L’Unione Sarda. Nel novembre 2014 si aggiudica il “Premio La Compagnia” e il “Premio Ricordando il Maestro” al Premio Donida – “Il Talent dei compositori”. Nel febbraio 2015 l’artista entra a far parte del circuito di Sp Produzioni, impresa di gestione e servizi nel campo dello spettacolo. Nello stesso anno inizia la collaborazione con la band SIKITIKIS in qualità di chitarrista, partecipando alla registrazione del quinto album intitolato “Abbiamo Perso”.

L’ASSOCIAZIONE – L’Associazione San’Andrea Beach è stata creata da Roberta, Michela e Diletta: una ex commerciante, un’archeologa e una fotografa professionista. Tre “mondi” diversi, apparentemente lontani, ma con una grande passione in comune: l’amore per il buon cibo, le antiche tradizioni e la costante voglia di sperimentare nuove tecniche e nuovi sapori. Due cuoche ai fornelli e una fotoreporter che sviluppa la parte grafico-creativa di ogni evento e organizzazione con un obbiettivo comune: proporre e condividere le ricette della tradizione locale, nazionale e internazionale ereditate o apprese durante i viaggi in giro per il mondo, nei quali la cucina ha sempre avuto un ruolo predominante. A questo si aggiunge la voglia di creare nuovi menù, rispettando quelle che sono le basi della cucina e creando ricette gustose, attraenti e assolutamente originali. L’utilizzo di materie prime di qualità ed il rispetto del territorio e della stagionalità sono alla base della filosofia dell’Associazione.


In questo articolo: