Gonnosfanadiga, 300mila euro per le nuove reti fognarie

Nuovi investimenti per l’ingegnerizzazione delle reti idriche e per risolvere le criticità delle reti fognarie

Nuovi investimenti per l’ingegnerizzazione delle reti idriche e per risolvere le criticità delle reti fognarie. Ammontano a ulteriori 300mila euro gli investimenti programmati a Gonnosfanadiga che sono stati oggetto di un incontro in Municipio tra il sindaco Fausto Orrù e l’amministratore unico di Abbanoa Abramo Garau: è stata l’occasione per fare il punto delle situazione sui numerosi interventi eseguiti negli ultimi mese e sui prossimi cantieri programmati.

“L’attenzione alle problematiche segnalate fin dal primo anno della nostra amministrazione è la dimostrazione che Abbanoa è attenta”, commenta soddisfatto il sindaco Fausto Orrù“Gonnosfanadiga ora con una serie di interventi che si concluderanno nel 2022 avrà una rete fognaria finalmente al passo coi tempi. Sono fiero che questa amministrazione abbia avuto il giusto ascolto e che i problemi finora registrati saranno presto completamente risolti”.

Interventi eseguiti. Di recente sono stati conclusi i lavori di sostituzione della condotta fognaria lungo via Nuoro che hanno consentito di risanare i vecchi manufatti in cemento armato, adeguare gli scarichi delle utenze, ma soprattutto di separare le acque nere (i liquami) dalle acque bianche (acque piovane soprattutto) come prevedono le normative. Un grande risultato che consentirà di evitare intasamenti, rotture e sversamenti in occasione di abbondanti precipitazioni. Sul fronte delle reti idriche sono stati conclusi invece gli interventi di rifacimento degli allacci idrici sempre in via Nuoro e anche in via Adua.

Prossimi cantieri. Nel vertice ospitato in Municipio sono stati delineati i prossimi lavori. In via Funtana Marchesa sarà sostituita l’intera condotta fognaria. Anche in questo caso si procederà alla separazione delle acque nere dalle acque bianche, al risanamento dei manufatti e rifacimento degli scarichi delle utenze. Grande attenzione sarà riservata alla realizzatore di uno scolmatore sul collettore fognario di via Carducci: opera che consentirà di eliminare gli allagamenti nella zona servita. Ulteriori interventi nelle reti fognarie saranno successivamente eseguiti nelle vie Sant’Elia, Piave e Vittorio Veneto con la realizzazione di nuove condotte.

Reti intelligenti. Saranno avviati anche gli interventi di ingegnerizzazione della rete idrica. Si tratta di un modello innovativo basato sull’azione combinata di misure di campo, studi specialistici sull’assetto di rete, regolazioni e progressivi interventi strutturali sugli asset. Il processo di ingegnerizzazione si svolge a partire da un’indagine sulla rete ammalorata con installazione di misuratori portatili per l’esecuzione di prove idrauliche diurne e notturne e con ispezioni mirate per la localizzazione delle perdite. A tale fase segue la diagnosi, ovvero la definizione delle criticità e delle cause di malfunzionamento della rete, con successivi rilasci di prescrizioni sempre più evolute e dettagliate per le soluzioni tecniche ottimali da adottare, tra le svariate combinazioni possibili, al fine di efficientare la rete dal punto di vista idraulico, energetico e gestionale. Gli interventi gestionali e strutturali si inseriscono in questo processo sempre continuativamente e progressivamente.

 

RispondiRispondi a tuttiInoltraModifica come nuovo