Gli “Stone Island Big Band” e Erika Perantoni per Musica sulle Bocche

Santa Teresa di Gallura


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Dopo le spettacolari proiezioni sui muri di Piazza Santa Lucia, che hanno strappato applausi ed emozioni, la terza giornata di Musiche sulle Bocche di Santa Teresa Gallura ospita un altro concerto all’insegna delle musiche e delle atmosfere del Nord Europa. Questa sera, nella spettacolare coreografia della piazza, alle 21.20, riflettori accesi su “Stone Island Big Band”, progetto realizzato in collaborazione col Festival Jazz di Edimburgo e nuova produzione di Musica sulle Bocche.

 
Si tratta di una big band internazionale, composta da sei musicisti scozzesi e un gruppo di musicisti italiani, ovvero: Colin  David Steele (tromba), Conrad Paul Wiszniewski  (sax tenore), David Alasdair Milligan (piano), Martin Kershaw (sax alto), Stephen Graeme Angus (chitarra), Philip Michael O’Malley (trombone), Enzo Favata (sax), UT Gandhi (batteria), Danilo Gallo (contrabasso), Filippo Vignato (trombone), Riccardo Pittau (tromba).

Una musica radicata nelle musiche popolari europee – dalle isole del Mediterraneo alle isole del Nord Atlantico – con un  gioco brioso di connessioni tra tradizioni italiane e scozzesi, raffinate melodie e sorprendenti movimenti musicali.

Poco prima (ore 20.00) negli spazi della Chiesa Parrocchiale, dopo la magia della scozzese Corrina Hewatt, ancora le note di un’arpista, questa volta italiana: Erika Perantoni, giovanissimo talento della classica e stupenda esecutrice della musica contemporanea per arpa.

Nei locali della scuola elementare di Santa Teresa, nel pomeriggio, ore (17.30), grandi e piccini sono invece invitati al workshop: “Tutti quanti Voglio fare jazz” un incontro a metà strada tra il gioco e l’educazione musicale protagonisti l’allegria di UT Gandhi e Gipo della Bandakadraba.

Un festival, quello di Santa Teresa di Gallura, che partito dalle famose albe sulla candida battigia di Rena Bianca, ha aggiunto di edizione in edizione, performance musicali sulle spiagge, in strade, nelle piazze, a bordo dei traghetti, nelle banchine dei porti, nelle piazze, sulle scalette, nelle chiese e nella stupefacente cornice del Faro di Capo Caccia.