Gigi Riva ha rifiutato l’intervento alle coronarie: “Voleva pensarci, ma non ci aspettavamo morisse”

I medici del Brotzu raccontano le ultime ore di vita del bomber. L’arrivo all’ospedale alle 3 del mattino. le sue condizioni sono apparse subito gravi. Ha rifiutato l’intervento, ma nessuno si aspettava che morisse. La situazione è precipitata alle 18 e un’ora dopo il decesso. Il direttore di Cardiologia: “E’ stato lucido fino alla fine. Mi ha ringraziato, e io gli ho detto: siamo noi che ringraziamo lei per tutto quello che ha regalato alla Sardegna”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ha rifiutato intervento alle coronarie. In una conferenza stampa al Brotzu i medici dell’ospedale di piazzale Ricchi hanno raccontato le ultime ore di Gigi Riva, morto oggi all’età di 79 anni. Il bomber è arrivato all’ospedale Brotzu di Cagliari intorno alle 3 del mattino, le sue condizioni sono apparse subito gravi, per una patologia alle coronarie. I sanitari l’hanno visitato e stabilizzato, e gli hanno proposto di sottoporsi a un intervento chirurgico di angioplastica dopo aver eseguito alle 10 del mattino una coronografia.

Riva, secondo quanto riferisce il direttore sanitario del Brotzu di Cagliari Raimondo Pinna, ha rifiutato, dicendo di avere paura, di volerci pensare, e di volersi consultare con i familiari. Nonostante la situazione fosse apparsa subito grave, e nonostante a Gigi Riva fosse stato detto che poteva essere in pericolo di vita, il team di medici che ha preso in cura Gigi Riva all’ospedale Brotzu di Cagliari non si aspettava che morisse. La situazione è però precipitata rapidamente e all’improvviso, e a nulla è servito l’intervento di urgenza. “Gli ho spiegato che la situazione cortonografica era molto grave e che andava fatto un tentativo con l’angioplastica, ma nonostante tutti i tentativi fatti per convincerlo, lui era deciso di non farlo subito, per poterci ragionare sopra”, ha detto il direttore del reparto di Cardiologia, Marco Corda. “Nonostante la situazione delicata, non ci aspettavamo che la situazione potesse degenerare così rapidamente. Domattina gli avremmo proposto nuovamente l’intervento che aveva rifiutato oggi. Non potevamo assolutamente decidere di intervenire comunque, Gigi Riva è stato lucido fino alla fine. Mi ha ringraziato, e io gli ho detto: siamo noi che ringraziamo lei per tutto quello che ha regalato alla Sardegna”. Così il direttore della Cardiologia dell’ospedale Brotzu di Cagliari, Marco Corda. Alle 17.50 l’improvviso peggioramento, mentre con la moglie accanto si preparava a cenare. Inutile, purtroppo, la corsa in sala operatoria. Alle 19.10 il decesso.


In questo articolo: