Furti di auto, si è conclusa anche a Sassari l’operazione “Safety Car”

Sassari, si è conclusa anche in città l’operazione “Safety Car”

La Polizia di Stato ha concluso  a Sassari l’operazione  “Safety Car” che ha coinvolto tutto il territorio nazionale per contrastare il fenomeno dei furti di auto, motoveicoli e autocarri.  

L’operazione della Polizia di Stato,  coordinata dal Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine, si è sviluppata in tre giornate consecutive e ha visto il concorso di tutte le 103 Questure ed il supporto dei nuclei dei Reparti Prevenzione Crimine, nonché del personale della Polizia Stradale e di quello della Polizia di Frontiera, con l’impiego di 2.012 equipaggi giornalieri pari a 4.500 dipendenti. 

L’operazione ha consentito di recuperare e restituire ai legittimi proprietari ben 411 veicoli provento di reati contro il patrimonio, tra cui 21 autocarri, di trarre in arresto 16 persone e di denunciarne in stato di libertà 83. 

 Per la prima volta sono state utilizzate contemporaneamente su tutto il territorio nazionale le moderne tecnologie del sistema Mercurio, montate su circa 1000 autovetture della Polizia di Stato, che hanno consentito di controllare, nei tre giorni dell’operazione, 737.765 autovetture con sistema automatizzato  e 258.466 con sistema manuale, e 42.103 persone. 

I controlli complessivi di autoveicoli, sia automatizzati che manuali, sono stati 996.231, venticinque volte superiori ai normali controlli che quotidianamente vengono effettuati su tutto il territorio nazionale.

A Sassari l’operazione Safety Car si è svolta nelle giornate del 22 e 23 giugno e ha visto la partecipazione congiunta  di pattuglie della Sezione Volanti,  della Squadra Mobile, della Sezione di Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna di Abbasanta. L’attività ha portato complessivamente a controllare un totale di 986 autovetture.   


In questo articolo: