Fratelli d’Italia all’attacco: a Quartu il green pass non diventi uno strumento punitivo

Salvatore Deidda, deputato, Marco Porcu, coordinatore provinciale di FdI Cagliari, Stefania Loi, consigliere comunale di Cagliari, e Michele Pisano, capogruppo Fdi in Consiglio comunale a Quartu Sant’Elena denunciano l’uso improprio del certificato verde: “Arma di ricatto”

“Green Pass non diventi strumento punitivo”, è quanto dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda, deputato, Marco Porcu, Coordinatore provinciale di FdI Cagliari, Stefania Loi, consigliere comunale di Cagliari, e Michele Pisano, capogruppo Fdi in Consiglio comunale a Quartu Sant’Elena.
Fratelli d’Italia evidenzia che sono arrivate numerose segnalazioni in questi giorni in cui è stato avviato l’utilizzo del Green Pass. Riteniamo che lo strumento sia inutile e dannoso, ma soprattutto non può diventare arma di ricatto verso i cittadini.
In Consiglio comunale a Cagliari la sinistra ha proposto che si neghi la consegna del certificato di negatività alle persone non vaccinate, mentre a Quartu Sant’Elena questa idea è già stata concretizzata: chi farà il tampone presso il centro adibito, non potrà ottenere il certificato se non vaccinato o non prenotato.
Si sta inoltre rivelando pericolosa l’autonomia con cui alcuni privati decidono di richiedere il green pass ai cittadini. Un esempio sempre a Quartu, in cui Maggioli Tributi S.p.a., partner del Comune per l’accertamento dei tributi, ha deciso di richiedere il green pass ai cittadini che intendono accedere all’ufficio. Una richiesta non in linea con quanto previsto dalla legge.
“Nessuno si può arrogare il diritto di inventare leggi o imporre il greenpass ai cittadini, senza che questo sia previsto dalla legge stessa. Bisogna evitare di esasperare il clima e  smetterla con questa assurda caccia alle streghe. Lo dico in quanto persona vaccinata e come parlamentare, l’unico che ha visitato gli hub Vaccinali di tutta la Sardegna per ringraziare gli operatori e sincerarmi che tutto fosse funzionale alle esigenze di lavoratori e cittadini. Chi soffia sul fuoco delle divisioni tra cittadini, come la sinistra cagliaritana, svolge un cattivo servizio” è quanto dichiara Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d’Italia che preannuncia un’interrogazione parlamentare.