Follia a Villasimius, turista lombardo fa pesca subacquea nell’area protetta di Campus: maxi multa

Ancora turisti “cafoni” in Sardegna. Un 57enne di Monza, armato di fucile, si è immerso nel “paradiso protetto” di Campus per una battuta di pesca subacquea, fregandosene dei Bloccato dalla polizia, ha dovuto dire addio a tutta l’attrezzatura e, come ricordo della Sardegna, avrà una multa: ecco quanto dovrà pagare

Una multa decisamente “maxi” (250 euro) se paragonata al fatto che, a un 57enne di Monza in vacanza in Sardegna, sarebbe bastato leggere i tanti cartelli di divieto di pesca affissi lungo la spiaggia di Campus, a Villasimius. E invece, armato di fucile, si è immerso per fare una battuta di pesca. Per fortuna dei pesci e di tutto l’ecosistema, però, il turista è stato notato da un attivista delle Guardie ambientali Sardegna, che ha subito telefonato al comandante della polizia Locale. Sul posto sono arrivati gli agenti, che hanno subito provveduto a sequestrare tutta l’attrezzatura e a staccare la contravvenzione. E il vacanziero “furbetto” deve anche ringraziare: se avesse arpionato anche solo un pesciolino si sarebbe beccato pure una denuncia.


In questo articolo: