Filippo Dispenza, il nuovo questore: “Cpa e stadio i nodi di Cagliari”

Gli obiettivi del nuovo questore che si è insediato oggi

Trasferire la sede del Centro di prima accoglienza, risolvere l’intricato nodo stadio Sant’Elia, e un occhio di riguardo all’ordine pubblico nelle manifestazioni di protesta,  lotta ai traffici di droga, e sicurezza per i cittadini. Sono alcune delle questioni urgenti sottolineate oggi dal nuovo questore di Cagliari, Filippo Dispenza, 60 anni originario di Agrigento. Prima un saluto a tutti i dipendenti della Questura, poi la conferenza stampa di presentazione in cui ha tracciato le linee guida del suo mandato.

Per quanto riguarda lo stadio il questore sottolinea che “serve il buonsenso, la situazione si può risolvere nel rispetto delle regole vigenti garantendo la sicurezza per gli spettatori, così come gli operatori e i calciatori stessi. Già domani incontrerò il prefetto Giuffrida per affrontare la questione”. Preme poi sulla possibilità di trasferire il Cpa di Elmas, spiegando che “non è opportuno che continui a stare in quel posto”. E poi parla del suo mito di sempre che ritrova proprio qui a Cagliari: Gigi Riva. “Ho conosciuto Riva al liceo – ha detto – e ho una foto con lui: la mia speranza è di incontrarlo presto”.


In questo articolo: