Evade dai domiciliari a Capoterra, per un 24enne si aprono le porte del carcere di Uta

Il giovane non si trovava in casa all’atto del controllo.

Stamattina a Capoterra i carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione a una ordinanza che dispone l’aggravio della misura cautelare degli arresti domiciliari, sostituita con quella della custodia cautelare in carcere, nei confronti di un 24enne di Capoterra. Da stamattina egli non è più sottoposto al regime degli arresti domiciliari per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento scaturisce da un controllo eseguito nella giornata del 27 settembre scorso dal personale della stessa Stazione, all’esito del quale è stato accertato che il giovane non si trovava in casa, essendosi reso irreperibile e quindi responsabile del reato di evasione. L’arrestato al termine della notifica dell’atto, è stato tradotto dai carabinieri presso la casa circondariale di Uta a disposizione dell’autorità giudiziaria.


In questo articolo: