Ecco i codici: la Sardegna può riaprire i negozi. Chiusure solo a Sassari nella città metropolitana di Cagliari

Parrucchieri, negozi di abbigliamento e gioiellieri potranno riaprire da lunedì in Sardegna: si attendono le ordinanze dei sindaci. Restano fuori Sassari e Cagliari, dove gli indici di contagio sono oltre la soglie consentita e i comuni della città metropolitana del capoluogo

Parrucchieri, negozi di abbigliamento e gioiellieri potranno riaprire da lunedì in Sardegna. Restano fuori Sassari e Cagliari, dove gli indici di contagio  sono oltre la soglie consentita (in entrambi i comuni è stata superata la quota dello 0,5 del codice Rt). Qui le riaperture sono rinviate di 7 giorni. E c’è un giallo sulla città metropolitana del capoluogo. I codici scorporati dei comuni compresi nell’area metropolitana non compaiono nell’elenco. Nel file diffuso dalla Regione solo un codice aggregato (0, 45), mentre si sa (perché l’ha dichiarato il presidente della giunta regionale Christian Solinas in conferenza stampa) che il comune di Cagliari ha superato la soglia consentita.
Tutti gli altri dati scorporati della città metropolitana non sono stati comunicati. E poco fa è arrivato un comunicato di piazza Palazzo dove si annunciava che per lunedì parrucchieri ecc, rimarranno chiusi. Per il resto per quasi tutti i paesi dell’Isola il dato statistico è stato considerato irrilevante, così in virtù dello scarso numero dei contagi pertanto i sindaci potranno emettere le ordinanze per le riaperture. Anche a Ossi che ha un codice dello 0, 11. Ma non Sassari che arriva allo 0, 6.

In questo articolo: