Domusnovas, primo matrimonio civile all’interno delle grotte di San Giovanni

Stalattiti, stalagmiti e pipistrelli prendono il posto di riso e confetti per il fatidico sì.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Sposi e invitati scaldati solo dalla luce artificiale che illumina a giorno le pareti interne di uno dei monumenti naturali più suggestivi di tutta l’isola: 860 metri di lunghezza percorribile e ai lati insenature mozzafiato modellate dal tempo e dall’acqua che scorre al suo interno da milioni di anni. Dopo spiagge e castelli medievali prende, quindi, ufficialmente il via la ricerca di location ancora più singolari dove scambiarsi le promesse di amore eterno. “Primo matrimonio civile alle Grotte di San Giovanni. Un momento storico e pionieristico per i nostri futuri sposi e i turisti che vorranno sposarsi in un ambiente particolare” comunica la sindaca Isangela Mascia. “Finalmente le nostre Grotte possono ospitare anche matrimoni civili in una location splendida e unica al mondo”. Gianni e Cinzia, i nomi degli sposi, belli e raggianti più che mai, al termine della celebrazione sono stati acclamati da parenti e amici che pazientemente hanno atteso l’uscita della coppia nell’ingresso delle grotte per proseguire i festeggiamenti come tradizione vuole.


In questo articolo: