Crollo centrosinistra a Cagliari, Mannino: “Zedda parla solo di cani e piste ciclabili”

La sconfitta del Pd e degli altri partiti che appoggiano l’attuale maggioranza comunale è, per il consigliere di #Cagliari16, “un risultato aspettato, i cittadini vogliono che chi governa si occupi di temi importanti”. La VIDEO INTERVISTA

A Cagliari il Pd non solo non sfonda, ma sprofonda, arrancando attorno al 17 per cento. Percentuali a una cifra, invece, quelle degli altri partiti di centrosinistra. Curioso, in una città dove il sindaco Massimo Zedda (che non ha la tessera Pd in tasca ma è principalmente sostenuto dai democrat) è stato rieletto per la seconda volta. “I cittadini sono stufi di sentire la maggioranza che parla solo di cani e piste ciclabili, sono altri i temi importanti. Zedda penso che abbia seri problemi politici”, afferma Pierluigi Mannino, consigliere comunale di #Cagliari16.
C’è la netta affermazione del Movimento 5 Stelle e il boom della Lega: “Il risultato dei salviniani è ottimo, ed è anche da ricollegare al defenestramento dell’assessore Chessa. La sfida è sempre stata tra i pentastellati e il centrodestra, loro sono il primo partito e noi la prima coalizione”, prosegue Mannino, che ricorda “che comunque le comunali e le regionali sono elezioni dove servono le preferenze, contano gli uomini e non i marchi registrati”.