Covid in Sardegna, Pd contro la Regione: “Dovrebbe occuparsi degli ospedali, invece attacca i sindaci”

E’ la protesta del segretario regionale del Pd Emanuele Cani: “L’assessore regionale farebbe bene a occuparsi dei problemi delle strutture sanitarie, attivando tutte le procedure necessarie per risolvere i problemi che questa emergenza continua a presentare. Non può neppure permettersi di attaccare in maniera gratuita i sindaci che, in questa fase e con grande senso di responsabilità, stanno affrontando una situazione drammatica”

Covid in Sardegna, Pd contro la Regione: “Dovrebbe occuparsi degli ospedali, invece attacca i sindaci”. E’ la protesta del segretario regionale del Pd Emanuele Cani: “Ancora una volta, in piena emergenza sanitaria, siamo costretti a fare i conti con l’inefficienza della Regione- spiega Cani in una nota- davanti a una situazione molto preoccupante. L’impennata di contagi degli ultimi giorni, i reparti per l’ordinaria amministrazione sanitaria chiusi, gli altri che cominciano a riempirsi, sono un segnale d’allarme. L’assessore regionale farebbe bene a occuparsi dei problemi delle strutture sanitarie, attivando tutte le procedure necessarie per risolvere i problemi che questa emergenza continua a presentare. Non può neppure permettersi di attaccare in maniera gratuita i sindaci che, in questa fase e con grande senso di responsabilità, stanno affrontando una situazione drammatica senza il supporto della Regione. È bene ricordare che è la  Regione a doversi adoperare affinché siano garantiti i controlli sanitari, siano effettuati i tamponi e le analisi nei territori e in tempi rapidi. Gli amministratori regionali non sono ignari passanti, hanno un ruolo e devono quindi assumersi le proprie responsabilità a tutela dei cittadini”, sostiene il segretario regionale del Pd Emanuele Cani.


In questo articolo: