Coronavirus, rinviata la famosissima sagra del torrone di Tonara: “Una perdita grandissima”

Pasquetta senza bancarelle e degustazioni nel paesino del Nuorese: “Rispetto per chi è afflitto dal virus. Siamo montanari e tosti, supereremo anche questa crisi”

Da decenni era diventato un appuntamento fisso, ma nel 2020 la sagra del torrone di Tonara subirà uno slittamento: niente bancarelle e degustazioni nel giorno di Pasquetta e nessun boom di presenza dal resto della Sardegna e dall’Italia. Ecco, di seguito, l’annuncio del Comune: “È con grande rammarico che quest’oggi dobbiamo dare l’annuncio che la nostra amata Sagra del Torrone, tanto attesa da tutti i sardi e non solo, prevista per la prossima Pasquetta, è stata rinviata. Di comune accordo con i commercianti di torrone che partecipano alla sua organizzazione si è deciso per un posticipo. La contingenza del momento non ne avrebbe consentito una serena preparazione, si è in un periodo di grande incertezza e si sarebbe rischiato che all’ultimo momento potesse essere annullata. È da sempre una giornata di festa e non sarebbe stato giusto nemmeno per le persone che in vari modi sono state afflitte dal Coronavirus e ancora soffrono”.
“Gli addetti del settore, l’indotto, gli altri esercizi commerciali che ne avrebbero giovato, in questo momento di grave difficoltà, di sofferenza economica, hanno pensato ad un gesto davvero altruistico. La perdita è incommensurabile. Il nostro auspicio è quello che tutto il comparto, tutte le attività economiche del paese possano riprendersi al più presto da questa brutta crisi. Siamo montanari, siamo tosti, da secoli combattiamo l’isolamento del nostro territorio con grandi sforzi, infinito orgoglio e tante soddisfazioni. Ce la faremo, anche questa volta ce la faremo. Infinita stima verso chiunque, in questo momento, su vari fronti, combatte”.

In questo articolo: