Che fine hanno fatto i mastelli azzurri della plastica a Cagliari? E perchè migliaia di utenti lasciano la plastica in normali sacchetti?

E come mai vengono ritirati tranquillamente? Molto semplice: la gran parte dei residenti dopo oltre cinque anni li hanno rotti, e fare la fila alla De Vizia non è propriamente una passeggiata di piacere. E anche se non si tratta del rispetto delle regole….


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Che fine hanno fatto i mastelli azzurri della plastica a Cagliari? E perchè migliaia di utenti lasciano la plastica in normali sacchetti che ricordano quelli che si usavano coi cassonetti? E come mai vengono ritirati tranquillamente? Molto semplice: la gran parte dei residenti dopo oltre cinque anni li hanno rotti, e fare la fila alla De Vizia non è propriamente una passeggiata di piacere. E anche se non si tratta del rispetto delle regole, che imponevano il conferimento della plastica negli appositi contenitori, un po’ tutti in città sembrano tirare dritto. E nei condomini fioccano i sacchetti selvaggi, con le bottiglie dell’acqua e delle bibite in trasparente evidenza. La verità? La giunta Truzzu, in barba alle promesse elettorali, non è riuscita a cambiare più di tanto l’appalto della raccolta differenziata ideato dalla giunta Zedda. Un altro dei fallimenti che ha portato alla sonora bocciatura di Truzzu alle regionali, sconfitto soprattutto nella sua città. D’altronde come fa una persona anziana e magari malata che vive da sola a procurarsi i mastelli nuovi, se è logico che dopo anni vengano usurati? Bustoni di plastica ovunque e via.


In questo articolo: