Cagliari, Truzzu: “Il presepe con 45mila bottiglie di plastica? Opera splendida e che rispetta l’ambiente”

Il sindaco replica alle critiche piovute sull’installazione in piazza Galilei dell’ingegnere creativo Manuel Marotto: “Si grida allo spreco, ma c’è il totale rispetto dell’ambiente: qualcuno non ha ancora imparato la lezione e parla senza sapere”

“Non bastava l’inutile polemica su installazioni interattive e fuochi artificiali, ora pure il presepe. Qualcuno, evidentemente, non ha imparato la lezione e continua a parlare senza sapere. Ci si è affrettati a snocciolare numeri e a gridare allo spreco, ma ‘Riflessi’, la splendida opera di arredo urbano dell’ingegnere creativo Manuel Marotto allestita in piazza Galilei, è stata realizzata nel totale rispetto dell’ambiente”. Così il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, che interviene dopo le polemiche scoppiate sui social, e che hanno visto tra i principali protagonisti anche vari consiglieri dell’opposizione di centrosinistra, legate all’opera piazzata dall’amministrazione comunale nella maxi aiuola al centro della piazza. “Le oltre 4 mila bottigliette d’acqua con cui è stata realizzata l’installazione sono infatti residui di produzione di un’azienda già utilizzate in diverse precedenti occasioni, come l’installazione dello stesso Marotto a Carloforte o gli eventi della One Ocean Foundation, fondazione che si batte contro l’inquinamento dei mari e degli oceani”.

 

“Bottigliette quindi riciclate e riciclabili per occasioni future. La nostra amministrazione è particolarmente sensibile ai temi dell’ambiente e della sostenibilità. Lo dimostrano le scelte fin qui portate avanti. E anche quest’ultimo intervento è stato deciso nel totale rispetto dell’ambiente, ben lontano dagli atteggiamenti inutilmente strumentali e ideologici di qualcun altro”.


In questo articolo: