Cagliari, parcheggi per consoli e mamme incinte. “E non alle guardie”

Il Comandante provinciale delle guardie zoofile diffida l’amministrazione comunale di Cagliari: “Tanti parcheggi rosa e per i consoli, neanche uno alle guardie zoofile in prima linea per le emergenze degli animali”

A Cagliari ci sono tantissimi parcheggi riservati, persono ai consoli. E molti nuovi parcheggi rosa. Ma non ci sono stalli per le guardie zoofile, al servizio delle emergenze che riguardano gli animali. Per questo oggi è partita una diffida nei confron ti del Comune: “In data odierna il Comandate Provinciale delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente ten. Federico Steri  ha diffidato formalmente il Comune di Cagliari Servizio Viabilità e Infrastruture per inadempienza amministrativa- si legge in un comunicato- in data 4 Dicembre 2014 questo Comando presentava al servizo indicato formale richiesta per stallo di sosta per i veicoli delle guardie immatricolati ai sensi dell’art 177 del codice della strada e dotati di lampeggiante e sirena. Il servizo è investito di un notevole disagio senza lo stallo di sosta. I mezzi sono impiegati per il pronto intervento. Le guardie sono ufficiali e agenti di polizia giudiziaira, alle dipendenza funzionali dell’autorità giudiziaria e svolgendo un servizo pubblico neccessitano di uno stallo di sosta dove poter anche agevolmente scaricare quanto sequestrato, alle volte persino armi. Ad oggi nonostante le numerose solleccitazioni telefoniche e via email ancora nessuna risposta dal servizio. Verrà notiziata l’autorità giudiziaria se non risponderanno entro sette giorni”. Chiarissimo l’intento, chiara anche la situazione dei parcheggi riservati a cagliari: “Il comune di Cagliari è invaso di parcheggi di consoli, per mamme incinte, per servizi asl assolutamente non contemplati nel codice della strada e quindi non a norma.
E alle guardie zoofile che svolgono un servizio pubblico a tutela dell’ambiente e degli animali con veicoli dotati di segnali di cui all’art 177 del codice della strada ad oggi non è stato rilasciato e alcuna risposta è pervenuta al comando da parte dell’ufficio Viabilità di Piazza De Gasperi. Il Comandate Steri ha trasmesso tutto a Roma all’Ufficio Affari Legali dell’Associazione”.