“Cagliari oltraggiata nella sua dignità da quegli orridi mastelli di plastica, Truzzu incontraci”

Il comitato “Mi rifiuto” chiede un incontro urgente al sindaco Truzzu: “in una città scontenta, costellata di discariche a cielo aperto e oltraggiata nella sua dignità architettonica e storica dal proliferare disordinato e pacchiano degli orridi mastelli di plastica. A coprire le responsabilità di scelte innegabilmente sbagliate è intervenuta la logora retorica degli “incivili” e dei “virtuosi” che ci ha accompagnato per mesi nella immaginaria quanto ingannevole presunzione di un sistema perfetto”

Egregio Signor Sindaco, come noto a tutti, il passaggio delle elezioni comunali del 16 giugno è avvenuto in un clima monopolizzato dal tema dei rifiuti, in una città scontenta, costellata di discariche a cielo aperto e oltraggiata nella sua dignità architettonica e storica dal proliferare disordinato e pacchiano degli orridi mastelli di plastica. A coprire le responsabilità di scelte innegabilmente sbagliate è intervenuta la logora retorica degli “incivili” e dei “virtuosi” che ci ha accompagnato per mesi nella immaginaria quanto ingannevole presunzione di un sistema perfetto, etichettando volgarmente tra gli “incivili” chiunque osasse esprimere dissenso.

I cittadini aderenti al Comitato Mi Rifiuto hanno invece manifestato con convinzione il loro dissenso dal quale sono tutt’ora animati, viste le problematiche connesse col servizio porta a porta che continuano a offenderci quotidianamente e delle quali si ha la sensazione sia ormai sfuggito totalmente il controllo.

L’Amministrazione da Lei presieduta si trova pertanto ad affrontare una situazione scottante, che richiede interventi di revisione urgenti e qualificati, perché la nostra bella città possa ritrovare il suo vero volto, di amica dei suoi abitanti e di ospite accogliente per i suoi moltissimi estimatori. La raccolta differenziata dei rifiuti è per tutti il cardine irrinunciabile di una società civile, e in quanto tale necessita di riferimenti teorici e di regole; va però ricordato che il vero protagonista (e il più potente alleato) di questo ciclo virtuoso è il Cittadino, con il suo orgoglio di appartenenza, il senso del decoro e della giustizia, ma anche l’intelligenza critica. Non sottovalutiamolo, ascoltiamolo, non sbagliamo ancora.

Le chiediamo un incontro per rappresentarle tutte le problematiche segnalateci dai molti cagliaritani che ci hanno contattato, per riferirle le loro richieste e per formularle le nostre proposte. Restiamo in attesa di un cortese riscontro. MI RIFIUTO – COMITATO SPONTANEO DI CITTADINI. differenziatacagliari@gmail.


In questo articolo: