Cagliari, nessun liberi tutti dalle mascherine: tanti cagliaritani le indossano anche all’aria aperta

Vincono la prudenza e il timore, nel primo giorno dopo mesi senza l’obbligo di coprirsi naso e bocca negli spazi aperti sono pochi i cagliaritani che rinunciano alla mascherina. Soprattutto gli ultrasessantenni: “Abbiamo ancora paura del virus, prima vogliamo avere tutte e due le dosi del vaccino”. GUARDATE le VIDEO INTERVISTE

Primo giorno di libertà dalle mascherine all’aria aperta? Solo, o quasi, sulla carta: il via libera del Governo Draghi alla possibilità di non dover girare con naso e bocca coperti convince pochi cagliaritani. Da San Benedetto alle strade dello shopping le mascherine sono ben visibili. C’è chi le tiene tra le mani, pronto ad indossarle appena incrocia un estraneo, o appese al braccio. I casi più conteggiati sono invece quelli dove la mascherina è ancora attaccata alle orecchie e posizionata sul mento. Ma, soprattutto chi ha più di sessant’anni, nonostante la poderosa campagna vaccinale, preferisce girare con la mascherina sul volto. Il motivo? Più di uno: c’è il timore e la paura di poter essere contagiati. E, in qualche caso, c’è anche chi non sapeva ancora che, da oggi, non è più obbligatorio proteggersi con una chirurgica o una Ffp2. Francesco Buffa, settant’anni, sta risolvendo alcuni guasti alla sua automobile parcheggiata. Nel raggio di almeno 50 metri non c’è anima viva, ma lui tiene la mascherina correttamente indossata: “La indosso perchè non mi fido del virus, metterla non guasta. Probabilmente la toglierò”, esordisce. “È anche una forza dell’abitudine, se non c’è molta gente si può togliere ma se ci sono molte persone consiglio di tenerla. A livello personale non mi fido, ho fatto già primo vaccino e la dose, ma preferisco tenerla, non guasta, ma meglio il caldo del Covid”.
Mascherina tra le mani per Bonaria Desogus: “Sono uscita di casa per andare a prenotarmi la pulizia della macchina, ho fatto poca strada e non ho visto nessuno. Quando c’è gente sono pronta a indossarla, devo ancora fare il secondo vaccino AstraZeneca”. Per la donna “speriamo che sia davvero una liberazione quella dell’addio alle mascherine all’aria aperta. Io l’ho sempre indossata perchè il pericolo c’è”, e l’auspicio è che, dopo l’estate, la situazione sia ancora migliore: “Speriamo che a settembre sia ancora meglio”. Cioè, contagi magari azzerati. Intanto, nonostante la zona bianca e la zona verde a livello europeo, le mascherine all’aperto, almeno a Cagliari, sono ancora un must per molti.


In questo articolo: