Cagliari, 1500 parcheggi vuoti tra via Roma e viale Trieste: ma la Regione li ha negati al Comune

Sono gli stalli per le auto dei dipendenti degli assessorati regionali: spazi pubblici, tutti liberi dalle 16 in poi. Oro per commercianti e residenti penalizzati dai cantieri aperti contemporaneamente nella zona. Truzzu e Mereu: “La Regioni ci ha detto no, si sono dileguati al momento di chiudere, sollevando problemi tecnici risolvibili”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Oltre mille e 500 parcheggi degli assessorati regionali liberi dalle 16 tra via Roma e viale Trieste. Sarebbero stati oro per i commercianti e i residenti costretti a fare i conti con i cantieri aperti in contemporanea e capaci di impattare negativamente sulla mobilità e di consumare preziosi spazi per la sosta.
Ma la Regione li ha negati al Comune, dileguandosi al momento di chiudere l’accordo e sollevando problemi tecnici, tutt’altro che irrisolvibili (secondo il Comune).
La vicenda è stata tenuta nascosta in questi mesi per evitare polemiche imbarazzanti durante le elezioni, ma la stoccata alla Regione è arrivata ieri in consiglio comunale da parte del primo cittadino e dell’assessore alla Mobilità Alessio Mereu, intervenuto in aula nel dibattito su una mozione del capogruppo Fdi in consiglio comunale Antonello Floris che chiede alla Regione l’apertura alla cittadinanza dei parcheggi regionali.
Nel documento venivano citati gli stalli della Regione liberi dalle 14: 114 dell’Assessorato Regionale al Turismo, 110 dell’assessorato agli Affari Generali, 115 della Sanità, 110 dell’Ambiente, 294 (di cui 70 riservati a motoveicoli) della Programmazione, 35 Industria, 200 nell’autosilo di via Caprera, 23 in via Biasi, 516 nell’autorimessa del palazzo Ex Sem, quasi tutti nella zona di Stampace basso, quella maggiormente interessata ai cantieri.
“Tutti vuoti dalle 16 in poi”, ha dichiarato Truzzu, “siamo andati diverse volte dall’assessore agli Enti locali, che ci ha dato solo risposte parziali, sollevando problemi tecnici risolvibili se solo ci fossimo messi attorno a un tavolo per risolverli. Non ce li vogliono dare? Che li utilizzi la Regione e li rimetta in gioco”
“La Regione non ha mai autorizzato l’utilizzo di questi spazi”, ha aggiunto Mereu, “neanche per pochi residenti ai quali era stato negato l’uso ai garage privati in viale Trieste per i lavori”.
“Governavate la Regione e il Comune e in 5 anni non avete fatto nulla”, ha accusato in aula Alessio Alias, Progressisti, “questo certifica il vostro fallimento”. “Non vi hanno ascoltato in regione perché siete privi di autorevolezza politica”, ha sottolineato Andrea Dettori, Sinistra Futura, “in 5 anni vi hanno chiuso le porte. La verità è che in Regione non contate nulla”.
Alla fine la mozione di Floris è stata approvata prevede la possibilità di garantire ai cittadini l’utilizzo “serale, notturno e festivo dei parcheggi di proprietà della Regione Sardegna”, attraverso “un tavolo di concertazione con la Regione per trovare una soluzione e avere un utilizzo ottimale dei parcheggi e renderli fruibili a cittadini residenti, pendolari e per chi si reca in città per vari motivi”.


In questo articolo: