Cagliari, il marito spaccia droga in casa: donna perde l’alloggio a Is Mirrionis

Era un’occupante abusiva. La svolta arriva il 19 luglio scorso, quando la Procura della Repubblica cagliaritana pone l’immobile sotto sequestro perché utilizzato per “reati di materia di stupefacenti” dal marito. L’appartamento è stato ripreso in carico dal Comune e verrà dato a una famiglia di bisognosi

Il marito utilizzava l’appartamento per la droga. E lei ora la casa, occupante abusiva e morosa, non ce l’ha più. Il Comune l’ha presa in carico e la assegnerà a una famiglia avente diritto in base alla graduatoria delle case popolari. La protagonista della vicenda è una donna (il cui nome è omesso nei documento “per ragioni di riservatezza”), che occupava abusivamente un alloggio comunale in via Is Mirrionis  (al numero civico 94 B scala C, piano Terra , interno 1).

E dire che, anche come occupante abusiva, aveva acquisito, col tempo, la possibilità di essere regolarizzata in virtù delle sanatorie concesse della Regione. Ma non è stato mai possibile risolvere il problema per “la grave situazione debitoria”, cioè perché il piano di rientro del debito, sottoscritto nel maggio 2015 con l’amministrazione comunale, ma non è stato mai rispettato.

La svolta arriva il 19 luglio scorso, quando la Procura della Repubblica cagliaritana pone l’immobile di via Is Mirrionis sotto sequestro perché utilizzato per “reati di materia di stupefacenti” dal marito della donna.

La decisione dell’amministrazione comunale è di questi giorni: l’occupante abusiva ha perso ogni genere di titolarità sull’alloggio, tecnicamente “è caduto il diritto di assegnazione”. L’appartamento è ora di nuovo in mano agli uffici comunali che lo assegneranno a un nuovo inquilino in base alla graduatoria delle case popolari.


In questo articolo: