Cagliari, le strade più pericolose sono l’Asse mediano e viale Marconi

Oltre 1800 incidenti in poco più di un anno a Cagliari, di cui 5 mortali. Nella top ten anche viale Monastir, viale Diaz, via Roma, via Is Mirrioni, via Cadello e viale Trieste

Ben 1843 incidenti, dal 1 gennaio 2014 al 31 marzo 2015, a Cagliari. La maggior parte si sono registrati sull’Asse Mediano e in viale Marconi, che si confermano le strade più pericolose e trafficate della città. Seguono, con meno di 50 incidenti in un anno, viale Monastir, viale Diaz, via Roma, via Is Mirrionis, via Cadello, viale Trieste, via Dante e viale La Plaia. Nella top 20, elaborata da Traffica.it in base al dataset che contiene tutti gli incidenti stradali avvenuti nel territorio di Cagliari, e in cui sia intervenuta una pattuglia del corpo di Polizia locale, ci sono anche viale Sant’Avendrace, viale Poetto, viale Colombo, via Santa Maria Chiara, via Scano e via Riva Villasanta, a Pirri.

Feriti. Ben 1.031 le persone rimaste ferite, la maggior parte maschi, tra cui 20 in prognosi riservata e 5 morti. E 3.349 le auto coinvolte nei sinistri stradali. A prevalere sono gli scontri frontali, circa 340, seguiti dai tamponamenti, poco più di 250, gli investimenti di pedone, 150, uscita per sbandamento, 130. Meno di 50 gli incidenti per mancata precedenza e urto con cassonetto. Curioso anche il dato sui giorni della settimana in cui si sono registrati più incidenti: 312 il lunedì, 299 il martedì, 276 mercoledì, 283 giovedì, 276 venerdì e 242 il sabato. Meno la domenica, con 175 incidenti in poco più di un anno. Mentre l’orario in cui si sono verificati più sinistri è alle 18. Nella foto un incidente nell’Asse mediano.