Cagliari, il positivo al Covid è un portuale: dieci lavoratori tracciati e in isolamento

La scoperta durante i test sui passeggeri scesi dalla nave Tirrenia. “Positivo un lavoratore della centrale operativa dell’Autorità portuale, si era messo in fila per essere controllato. Abbiamo fatto il tampone a tutti i suoi colleghi, sono subito andati a casa. La donna che si è rifiutata di fare i controlli alla fine è stata convinta”. Tracciate, in totale, 155 persone

Emerge una novità importante dallo screening effettuato da Ats insieme a Usca e Protezione Civile ai passeggeri scesi dalla nave Tirrenia arrivata, alle 12:30, al porto di Cagliari. L’unico positivo scovato, dati alla mano, non è un passeggero: “Si tratta di un lavoratore portuale della centrale operativa. Si è messo in fila per essere controllato, appena abbiamo scoperto la sua positività, in accordo con l’autorità portuale, abbiamo fatto i tamponi molecolari a lui e ai suoi colleghi”, spiegano i referenti dell’Usca presenti al porto. “Adesso si trovano in isolamento fiduciario a casa, in attesa degli esiti dei tamponi”. La speranza, ovviamente, è che nell’ufficio non sia scoppiato un focolaio Covid. Tornando ai passeggeri sbarcati, “ottantasei avevano il certificato di negatività, tutti gli altri sono stati tracciati. E la donna che si era rifiutata di fare il test antigenico rapido e che era stata segnalata, alla fine è stata convinta”. La passeggera, stando a quanto si apprende, “aveva paura di entrare con il figlio nelle tende” allestite dalla Protezione Civile “per paura di essere contagiata”.
Alla fine “l’abbiamo sottoposta al test fuori dalle tende”. E tutto è filato liscio. Per oggi, non è previsto nessun altro attracco. Domani, invece, ci sarà una doppietta: una nave Tirrenia alle 11 e una della Grimaldi alle quindici.


In questo articolo: