Cagliari, il cuore dei volontari batte anche a Natale: gnocchetti al ragù e sorrisi donati ai senzatetto

La solidarietà non va in vacanza, il lungo tour nella notte del 25 dicembre dei volontari per sfamare chi vive per strada: “Un pasto abbondante, ma non solo: anche tante chiacchiere per riscaldare i cuori degli ultimi. Abbiamo aiutato 30 persone” 

Un Natale al servizio degli ultimi, in un 25 dicembre 2020 reso ancora più triste dall’emergenza Coronavirus. I volontari ancora in prima linea per le vie deserte del capoluogo sardo. Tra loro anche gli “Amici della strada Sardegna”, realtà fondata già da molti mesi da Roberto Carrus. Un team di un nutrito gruppo di volontari che, ogni sera, grazie anche alla generosità di ristoratori e privati, riescono a garantire pasti caldi e abbondanti ai senzatetto. L’hanno fatto anche ieri, a Natale. “Abbiamo distribuito tanti pasti preparati da noi. Quaranta primi, gnocchetti sardi al ragù, e 40 panini con hamburger e patatine. Qualche porzione di pasta con gamberi, zafferano e pomodorini. Pane, acqua e tante chiacchiere con i Nostri amici”, spiega Roberto Carrus.
“Abbiamo iniziato il turno da Quartu”. Tre persone hanno potuto mangiare, poi la squadra si è spostata a Cagliari, tra “viale Buoncammino, viale Fra’ Ignazio, via Roma e via San Paolo. Abbiamo incontrato i volontari della Croce Rossa più volte. Bellissimo turno che ci ha regalato tanto in un giorno speciale come quello di oggi. Abbiamo aiutato una trentina di persone. A tutti loro abbiamo dato un pasto abbondante, ma non solo: anche tante chiacchiere per riscaldare i cuori degli ultimi”.
(foto di copertina Babbo Natale associazione di volontariato Charlie Brown)


In questo articolo: