Cagliari, giovani sardi e stranieri ripuliscono insieme il Poetto: “Proteggiamo questo paradiso”

La bellissima iniziativa di un gruppo di studenti sardi e di Erasmus di Spagna, Germania, Francia e Polonia. Si sono rimboccati le maniche e, per tutto un pomeriggio, hanno portato via dalla spiaggia tanti chili di plastica, cartacce e lattine: “Siamo innamorati della vostra terra”

Si sono dati appuntamento nel primo pomeriggio all’ombra della Sella del Diavolo e, armati di guanti e bustoni, hanno ripulito la spiaggia del Poetto dai rifiuti. Protagonisti del bellissimo gesto una trentina di studenti, alcuni sardi e altri stranieri (Erasmus) provenienti da Spagna, Francia, Germania e Polonia. Organizzato da Esn e Elsa, la “trash challenge” ha dato i risultato sperati. Decine i maxi sacchi riempiti di ogni genere di rifiuto – plastica, bottiglie, cartacce, vetro – trovato sulla sabbia e anche tra gli scogli. E poi, nessun problema per smaltire la spazzatura: “Abbiamo utilizzato i grandi mastelli di un paio di baretti del Poetto”, spiega Michelangelo Berutti, presidente di Esn Cagliari. “Tutti i ragazzi sono stati felici di poter dare una mano l’aiuto in una location, splendida, quale quella del Poetto”. Un’emozione doppia, soprattutto, per gli universitari stranieri, che una volta ritornati in patria si porteranno anche il ricordo di un pomeriggio speciale, passato a “proteggere” quello che loro stessi, visto con gli occhi di studenti-turisti, hanno definito “un paradiso”.


In questo articolo: