Cagliari, furiosa lite per un piatto sporco nel centro d’accoglienza: extracomunitario in manette

L’uomo, ospite nella struttura di via Redipuglia, ha cercato di accoltellare un 21enne del Bangladesh, “colpevole” di non aver lavato un piatto: dopo interminabili minuti di paura è stato arrestato dai carabinieri

Un piatto sporco ha fatto uscire di testa un extracomunitario nato ventuno anni fa in Ciad e ospite, da tempo, nel centro d’accoglienza di via Redipuglia a Cagliari. L’uomo ha minacciato con un coltello lungo trenta centimetri un altro ospite della struttura, un bengalese di 20 anni, perchè “colpevole” di non aver pulito un piatto e di averlo lasciato dentro il lavandino. I gestori del centro, impauriti, hanno subito chiamato il 112. Sul posto è piombata un’auto dei carabinieri e i militari sono riusciti, a fatica, a placare l’ira dell’africano. Alla fine è stato arrestato per il reato di tentate lesioni aggravate ed è finito dentro una delle camere di sicurezza del comando provinciale, prima di finire davanti al giudice per il rito direttissimo.