Cagliari, dramma in una struttura ricettiva della Marina: 60enne veneto stroncato da un infarto

Drammatica scoperta in una palazzina di via Napoli con b&b e case vacanze. L’uomo, in città per motivi di lavoro, ha avuto un malore improvviso. È intervenuta la polizia, Vigili del fuoco e 118: è stata disposta l’autopsia

Drammatica scoperta in una struttura ricettiva di Cagliari, in via Napoli, nel rione della Marina. Il corpo senza vita di un uomo di sessant’anni, originario del Veneto e in città per motivi di lavoro, è stato ritrovato dopo l’allarme lanciato, alle Forze dell’ordine, dal proprietario dell’alloggio. Sul posto è intervenuta la squadra volante, agli ordini del dirigente Massimo Imbimbo, insieme agli uomini del Ris. In azione anche i soccorritori del 118 e una squadra dei Vigili del fuoco. Le verifiche eseguite hanno portato a escludere qualunque tipo di violenza: il 60enne è stato stroncato da un infarto. La famiglia, già avvisata, raggiungerà la Sardegna nei prossimi giorni. Sul corpo dell’uomo è stata comunque disposta l’autopsia, la salma è stata già portata al Policlinico di Monserrato.
Non si tratterebbe, stando a quanto trapela, di una morte “vecchia” nel tempo: il lavoratore era arrivato nel capoluogo sardo da qualche giorno e aveva scelto di avere come “base” proprio una delle tante strutture ricettive che si trovano nel rione portuale di Cagliari.


In questo articolo: