Cagliari, degrado senza fine in piazza Carmine: la parete delle Poste come orinatoio

Le condizioni della centralissima piazza cittadina animano il dibattito in consiglio comunale. Il presidente della commissione Polastri: “Ecco un vero gentiluomo”

“Mi stupisco nel vedere un “vero” Gentil-Uomo in piazza del Carmine a Cagliari, che ora piscia su un muro che piange”, commenta così Marcello Polastri, consigliere comunale cagliaritano e presidente della commissione Sicurezza, l’immagine di un uomo che utilizza la parete delle poste centrali di piazza del Carmine per le proprie esigenze fisiologiche.

“E… non è questione di sesso, etnia, colore, maglia, ecc”, aggiunge Polastri, “è forse di questione di buonsenso e di educazione dinnanzi all’ennesimo vespasiano pubblico improvvisato da me citato in una mozione approvata sulla sicurezza dal Consiglio Comunale di Cagliari (prima firmataria Antonella Scarfó).

Secondo Voi, se venissero riaccesi i fari, ad oggi spenti, nella facciata del bel Palazzo delle Poste, qualcosa cambierebbe nella mente di chi urina e “marca” il territorio? Mi piacerebbe crederci ancora”.


In questo articolo: