Cagliari, cittadini d’accordo e commercianti furiosi sulle mascherine obbligatorie: “Ci proteggono”, “La gente avrà più paura, una catastrofe”

Naso e bocca coperti nei weekend e nei giorni festivi in centro città, anche in piazza Garibaldi. Chi non indossa la mascherina rischia una multa. Antonio Lai, residente e nonno vigile: “Troppi assembramenti in vista delle compere natalizie, la mascherina aiuta a proteggerci”. Massimo Molinari, barista: “Un’esagerazione, questo Natale è già triste e la città è spenta: tanti resteranno ancora di più in casa”. . GUARDATE le VIDEO INTERVISTE

Chi è abituato a fare le passeggiate promuove la nuova regola del Comune di Cagliari sulle mascherine obbligatorie in centro nei weekend e nei festivi, chi invece ha un’attività commerciale ha il terrore che la nuova imposizione faccia calare, ancora di più, gli affari. Eccole, in anticipo di un giorno, le reazioni dei cagliaritani sulla stretta “per non finire in zona gialla” decisa dall’amministrazione comunale. Da domani, nei rioni della movida e nelle zone centrali del capoluogo sardo, Poetto compreso, nei fine settimana e nei giorni segnati in rosso sul calendario non si potrà girare con naso e bocca scoperti. Chi non rispetta la regola, in caso di controllo delle Forze dell’ordine, verrà multato. E le verifiche si preannunciano costanti e pressanti. Massimo Molinari, barista di piazza Garibaldi, storce tantissimo il naso: “Non cambierà tanto, non c’è nessuno in giro perchè la gente ha paura e ne avrà ancora di più con questa regola”, sostiene. “Visto il periodo chi è che ha soldi da spendere, poi? Questo Natale sarà un po’ triste, la città è pure poco illuminata e l’ambiente non è bellissimo”. Utilizza la parola “catastrofe” il barista, “il problema ormai non è la mascherina ma la paura che, ancora, hanno tanti cagliaritani di uscire e andare in giro. Piazza Garibaldi non è così tanto piena nemmeno nei fine settimana”.
Parere opposto è quello di Antonio Lai. Sessantacinque anni, nonno vigile, “la mascherina serve e ci aiuta. Sono vaccinato e ho il green pass, la paura ce la deve avere chi non ce l’ha. È giusto aver messo l’obbligo delle mascherine, esco ogni sera in centro e noto già molti assembramenti. Anche negli ultimi giorni, in vista delle feste di Natale, per le compere”, sostiene Lai. “Certo, può bastare tenere il distanziamento”, ma non sempre è possibile. Tanto più in un periodo nel quale, anche senza fare acquisti, ci sarà chi vorrà mettere il naso fuori da casa per una semplice passeggiata in centro: “Non mi peserà l’obbligo del Comune, può essere messo per qualunque giorno. Io la mascherina la indosserò”:


In questo articolo: