Cagliari, catena di solidarietà per i migranti: assistenza continua

Caritas, Ctm e associazioni di volontariato, tutti in campo per dare un sorriso alle decine di profughi, in attesa che per loro arrivi un futuro migliore

Viveri, vestiario, e assistenza continua per le decine di profughi che dalla settimana scorsa sono ospitati nei locali della Fiera, a Cagliari. Per loro, dopo giorni di abbandono e proteste in via Roma, si è attivata una vera e propria catena della solidarietà con le associazioni di volontariato che assistono continuamente i migranti eritrei. Tra loro ci sono molti bambini e donne incinte.

Tanta anche la solidarietà dei cagliaritani. “La gente continua a portare abbigliamento – racconta Bonny, presidente dell’associazione “Gli Angeli di Roberto” – pappe per i bambini, e viveri in generale. Noi ci dividiamo ogni giorno tra la Fiera e la mensa della Caritas di viale Fra Ignazio, stanchi ma felici quando vediamo il sorriso stampato nel viso di queste persone sfortunate, soprattutto dei bambini”. Finiti i giorni di protesta. “Ora collaborano e si adeguano ad ogni scelta e decisione dei volontari – sottolinea Bonny – E noi cerchiamo di farli sentire a casa loro”. In campo anche il Ctm, che ogni giorno trasporta i profughi alla mensa, un medico, l’Agesci e Alessandro Cao, della Caritas.


In questo articolo: