Cagliari, apre il primo centro del riuso: “Vestiti e giocattoli usati potranno essere riciclati”

Taglio del nastro per la struttura, gli oggetti portati dai cagliaritani finiranno online e potranno essere presi anche dai bisognosi: “Chi vuole potrà prendere giochi e vestiti usati”. Ecco come funziona e dove si trova. GUARDATE il VIDEO

Nasce a Cagliari il primo centro del riuso. Sarà in via Contivecchi, a pochi passi da viale Monastir, e sarà aperto dal prossimo sei febbraio. Tre giorni alla settimana, dalle 10 alle 18 (sabato, domenica e mercoledì) sarà possibile portare giocattoli, vestiti, valigie, stoviglie e mobili che, poi, potranno essere presi da altre persone, anche dai più bisognosi. Ecco la novità del Comune per cercare di abbattere i rifiuti del “secco”. Dentro i mastelli grigi, infatti, spesso finiscono anche bambole, macchinine o abiti: “Possono essere riutilizzati da altre persone, avere una seconda ‘vita’ e, così facendo, possiamo ridurre la quantità di rifiuti he che arrivano al termovalorizzatore”, afferma l’assessore comunale dell’Igiene del suolo Alessandro Guarracino. “Un giocattolo in plastica adatto a un bimbo di 3 anni, per esempio, potrà essere utilizzato da altri bimbi. Il centro del riuso sarà disponibile solo per i cagliaritani che hanno la tessera Ecocard, ci sarà una piattaforma online dove saranno visibili gli oggetti presenti”. 
Per Raffaele Onnis, consigliere comune dei Riformatori e presidente della commissione Igiene del suolo, “il centro del riuso avrà un’alta valenza sociale, molti cagliaritani che non possono andare in negozio potranno scegliere gli oggetti da casa e disporne gratuitamente”. In conferenza stampa è stato anche spiegato che “tutti gli oggetti saranno monitorati, non ci sarà nessun rischio”.