Cagliari, ancora stranieri arrestati in piazza del Carmine: “Basta, la politica del centrosinistra ha fallito”

“I nuovi arresti, di questa mattina, di un nigeriano e di un algerino sono l’ennesima eredità di un periodo di governo del centro sinistra che ha chiuso gli occhi sulla questione sicurezza in città” dichiara Salvatore Deidda, deputato Fdi che ben prima di essere eletto più volte ha denunciato la situazione di Piazza del Carmine e del quartiere Marina 

Cagliari, ancora stranieri arrestati in piazza del Carmine: “Basta, la politica del centrosinistra ha fallito”. “I nuovi arresti, di questa mattina, di un nigeriano e di un algerino sono l’ennesima eredità di un periodo di governo del centro sinistra che ha chiuso gli occhi sulla questione sicurezza in città” dichiara Salvatore Deidda, deputato Fdi che ben prima di essere eletto più volte ha denunciato la situazione di Piazza del Carmine e del quartiere Marina
“Ora occorre che i delinquenti siano espulsi e scontino la pena nelle carceri dei propri paesi o presto torneranno, come è accaduto con cittadini del Gambia, nigeriani o algerini, a delinquere in quelle stesse piazze dove sono stati arrestati”, conclude Deidda.
” Ci sono troppi stranieri che vivono nascosti nella città. Via la Playa, in Viale BuonCammino in ruderi dell’Università. Troppe zone franche. Se sono irregolari, non si può aspettare che continuino a delinquere. A richiederlo sono proprio i tanti stranieri onesti che contribuiscono alla crescita della città. Un fallimento della Giunta Zedda si aggiunge la consulta degli immigrati. Presentata come strumento di grande integrazione, si è rivelata una scatola vuota e si pensava che spegnere il wi fi cacciasse gli spacciatori. Hanno fallito”, attacca il deputato di Fdi nel commentare le notizie di cronaca di oggi.


In questo articolo: