Cagliari, accordo tra Comune e centro per la giustizia minorile

Sostegno all’integrazione di giovani dell’area penale. L’Assessore delle Politiche Sociali Ferdinando Secchi:”Abbiamo previsto interventi di sostegno rivolti anche alle loro famiglie”

 
Nato dall’impegno condiviso nella programmazione e realizzazione di interventi integrati in favore di minori dell’area penale, il Comune di Cagliari e il Centro  per la giustizia minorile, hanno siglato un importante protocollo d’intesa. Oltre che l’uscita dal circuito penale dei giovani ed il loro accompagnamento verso l’autonomia personale, l’obiettivo è la prevenzione della delinquenza, delle condizioni di disagio, dell’abbandono e dell’esclusione sociale dei minori, ma anche delle loro famiglie d’origine.

L’accordo, firmato lo scorso 13 dicembre da Giampaolo Cassitta, dirigente del Centro per la giustizia minorile per la Sardegna, e Ferdinando Secchi, assessore alle Politiche sociali e Salute del Comune, mira anche a realizzare interventi ed azioni nel campo dell’educazione alla legalità.

“Il documento prevede inoltre interventi di sostegno delle famiglie dei minori e la formazione congiunta degli operatori dei due enti”, ha annunciato Secchi parlando dell’importanza del loro ruolo in quanto rappresentano un “nodo”, un punto di incontro di diversi “fili”, della rete di relazioni in cui è coinvolto il giovane.

 


In questo articolo: