Nuoro, bilancio di fine anno della Questura: meno omicidi, più rapine

Crescono le denunce per violenze di genere. Nell’articolo i dettagli di un anno di attività della Polizia di Stato nella provincia di Nuoro.

Bilancio di un anno di attività della polizia di Stato nella provincia di Nuoro. Dal report emerge il calo degli omicidi rispetto al 2014, salgono invece i casi di tentato omicidio. Aumentano le rapine, dminuiscono  i veicoli incediati. Aumentano le denunce per violenze di genere. 

Sono state impiegate 9360 pattuglie, identificate 48.164 persone e controllati 29.319 veicoli. E’ cresciuto da 18 (nel 2014) a 70 (nel 2016) il numero dei fogli di via obbligatorio adottati anche nei confronti di gruppi familiari di etnia Rom, con diversi precedenti per furto in abitazione e ricettazione, presenti sul nostro territorio al fine di reiterare le loro condotte criminali e perpetrare reati di natura predatoria.

Sono stati assicurati alla giustizia i responsabili di gravi fatti di reato: , tra gli altri, gli autori di una rapina perpetrata da tre logudoresi, penetrati nell’abitazione di un anziano residente a Macomer con la scusa di vendergli formaggio; i cittadini rumeni fermati dalla Polizia di Stato con una tonnellata di rame in agro di Orgosolo; i responsabili del furto con strappo ai danni di un anziana donna che rientrava presso la sua abitazione in questo Capoluogo; il giovane vacanziero che ha fatto spendita ed introduzione nello stato di monete falsificate; l’autore di un duplice omicidio in Ogliastra; i responsabili e il personale di una casa di cura del capoluogo rei degli abusi perpetrati ai danni di anziani parzialmente o totalmente non autosufficienti; gli autori di furti, tentati o consumati, in abitazioni.

E’ in calo il numero degli omicidi consumati in questa provincia pari a 6 rispetto ai 13 delitti commessi nel 2014 ed agli 8 del 2015. Sale a 11, invece, il numero dei tentati omicidi. 

Ammonta a 39 il numero delle rapine compiute in questa giurisdizione, dato in aumento rispetto all’anno 2015 ma inferiore ai 59 atti criminosi compiuti nel 2014; diminuiscono, invece, i casi di veicoli incendiati.

Risorse umane e materiali sono state dispiegate nelle attività di controlli agli esercizi pubblici e locali notturni, volte a prevenire il fenomeno dell’abuso, soprattutto tra giovanissimi, di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti, principali cause delle stragi del “Sabato Sera”.

Sono continuati i servizi antidroga anche con l’utilizzo di unità cinofile nelle scuole per contrastare il diffondersi del consumo di sostanze stupefacenti tra giovanissimi, che hanno consentito di denunciare numerosi soggetti e sequestrare diversi quantitativi di stupefacente sia nel Capoluogo che in Provincia.

Nel campo delle misure di prevenzione aumenta a 158 il numero dei provvedimenti di Avviso Orale a fronte dei 96 adottati nel 2014 e dei 99 del 2015; resta sostanzialmente costante il numero delle misure della Sorveglianza Speciale, pari a 47 nel corrente anno.

In questo 2016 sono 731 i profughi richiedenti asilo ospitati presso le strutture di prima accoglienza sedenti in questa provincia.

Sale a 823 il numero delle persone foto segnalate dal personale della polizia scientifica di Nuoro a fronte dei 476 individui parimenti identificati nel 2014.

Sono aumentati da 906 (nel 2014) a 1430 (nel 2016) i permessi di soggiorno rilasciati dalla Questura di Nuoro e raddoppiati i provvedimenti di diniego di tale titolo di soggiorno.

 

REATI COMMESSI

Omicidi

6

Tentati Omicidi

11

Rapine

39

Veicoli incendiati

119

 

POLIZIA GIUDIZIARIA

Persone denunciate

357

Persone arrestate

46

 

CONTROLLO TERRITORIO

Numero pattuglie (Volanti) città e provincia

9360

Persone identificate e controllate

48164

Autoveicoli controllati

29319

 

ORDINE PUBBLICO

Ordinanze Questore dispositivi di ordine e sicurezza pubblica

1164

Unità impiegate in servizi di ordine e sicurezza pubblica

4084

Persone fotosegnalate

823

 

MISURE PREVEZIONE E SICUREZZA

Avvisi Orali

158

Sorveglianza Speciale in atto

47

Ammonimenti stalking/violenze domestiche

6

Fogli di via

70

Daspo

1

 

AMMINISTRATIVA

Passaporti

2454

Porto fucile uso caccia

1545

Revoche/dinieghi porto fucile

156

Porto arma tiro a volo/sportivo

436

Nulla Osta detenzione armi

86

Sospensioni licenze esercizi art. 100 TULPS

4

 

IMMIGRAZIONE

Permessi Soggiorno

1430

Permessi soggiorno protezione/asilo

731

Rifiuti permessi soggiorno

20

Da non ultimo la protezione delle donne e la tutela dei minori sono state sempre oggetto di particolare attenzione da parte del legislatore che fin dal lontano 1959 ha sentito l’esigenza di affidare tale delicato settore al personale del Corpo di Polizia Femminile.

La disamina dei dati statistici concernenti i provvedimenti di ammonimento adottati dal Questore nell’ambito di questa giurisdizione ha consentito di rilevare, dal 2009 (data d’introduzione della fattispecie normativa) al 19.12.2016, una linea costante di crescita nella loro adozione, più marcata nel 2013 (anno di approvazione della legge 15.10.2013 n. 119 c.d. legge contro il femminicidio):

 

STATO MISURA

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

TOT.

ESEGUITA

3

3

3

4

7

3

5

6

34

IN TRATTAZIONE

 

 

 

 

 

 

 

1

1

REVOCATA

 

 

1

 

1

 

 

 

2

RIFIUTATA

 

 

 

 

1

5

10

7

23

TOTALE

3

3

4

4

9

8

15

14

60

 

Gli ammonimenti adottati dal Questore risultano costanti nei primi tre anni (dal 2009 al 2011), per aumentare più del doppio nel 2013 e stabilizzarsi a 6 nel 2016, per un totale di 34 provvedimenti emessi in 7 anni.

Notevole è anche il numero delle richieste di adozione di provvedimento rifiutate dal Questore (n. 23 in 7 anni) per la mancata configurazione normativa della fattispecie legale.

Crescono, invece, le denunce penali per violenze di genere presentate alle Forze dell’Ordine di questa Provincia:

ANNO 2014

ANNO 2015

ANNO 2016

ATTI PERSECUTORI:       67

ATTI PERSECUTORI:       52

ATTI PERSECUTORI:       66

MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA: 59

MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA: 74

MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA: 75

LESIONI:    209

LESIONI:                        187

LESIONI:                        166

PERCOSSE:                     71

PERCOSSE:                     62

PERCOSSE:                     62

MINACCE:                      469

MINACCE:                      549

MINACCE:                      391

 

Aumentano da 52 nel 2015 a 66 nel 2016 i deferimenti all’Autorità Giudiziaria per atti persecutori, raggiungendo i livelli di soglia del 2014. Diminuiscono quelli per lesioni. Stabilmente decrescenti, invece, le denunce per percosse. Aumentano quelle per maltrattamenti in famiglia. Decisamente ridotte quelle per minacce.

Nel 2016 sono stati 4 gli affidamenti di minori italiani a case famiglia o luoghi sicuri poiché rinvenuti in stato di abbandono morale o materiale o allevati da persone incapaci di provvedere alla loro educazione.


In questo articolo: