Cagliari, “a Su Siccu l’area per i ristoratori: alla Marina i tavolini esterni non saranno tanti”

Luigi Dedoni, titolare di due ristoranti e un albergo nel rione portuale, è sicuro: “Gli spazi esterni sono limitati, vicino a me ci sono altre strutture. Certo, non si possono fare miracoli però nella pineta dietro l’hotel Mediterraneo ci sono anche i parcheggi”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Molti ristoranti ancora chiusi alla Marina, e nel rione portuale di Cagliari si inizia a ragionare sui tavolini all’aperto. Il Comune ha detto sì all’ampliamento delle concessioni a costo zero e temporaneamente, ma nelle viuzze non ci sarebbe spazio per tutti i “desideri” dei ristoratori. Luigi Dedoni, titolare di due ristoranti e di un hotel, è netto: “Il Comune ha dato le concessioni gratis, dove si può si aumenteranno e dove non si può allargare restano gli stessi metri quadri da una parte e dall’altra. Io ho perso il quaranta per cento dei posti”, e i tavolini esterni non colmeranno il gap “perchè vicino a me ci sono altre due strutture. Non si possono fare miracoli”, osserva Dedoni. Che, a precisa domanda su una possibile area non troppo distante dalla Marina dove provare a fare ristorazione, individua lo spazio “a Su Siccu, dietro l’hotel Mediterraneo c’è la pineta. Ci sono anche gli spazi con i parcheggi, bisogna capire come utilizzarla”.

Un’altra ipotesi? “Il molo Ichnusa, fa parte del porto e bisogna vedere se è disponibile”. L’imprenditore spera anche che “vengano fatti controlli forti ai turisti agli arrivi”.


In questo articolo: